Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Torino: aggressione in un locale notturno, arrestato 37enne per tentato omicidio

Pubblicato

il

TORINO – Nell’ambito di un‘indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica, il personale del Commissariato Barriera Nizza ha arrestato nella Provincia di Torino, un uomo indagato per tentato omicidio aggravato e lesioni gravi e aggravate.

L’attività di indagine, iniziata a settembre scorso, ha consentito di ricostruire gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’indagato. Secondo la ricostruzione dei fatti e del modus operandi, il soggetto, un cittadino rumeno di 37 anni, a seguito di un litigio avvenuto poco prima all’interno del locale notturno “Crazy Love”, in via Galliari 15, avrebbe, per futili motivi, aggredito violentemente, in concorso con altre persone rimaste ignote, all’esterno del locale, due cittadini stranieri, con uno sgabello e un bastone di metallo.

Le caratteristiche dei colpi inferti, che miravano a parti vitali come testa e torace, sferrati con intensità e ferocia, hanno causato soprattutto ad una delle due vittime, lesioni molto gravi, emorragie, fratture in varie parti del corpo.

Solo al sopraggiungere del personale addetto alla sicurezza del locale, il 37enne si dava alla fuga, mentre le vittime venivano portate in ospedale in condizioni gravissime. Una delle due se non stabilizzata immediatamente, l’avrebbe portata ad un possibile decesso.

L’attività condotta dalla PG esterna del Commissariato ha consentito di ricostruire i fatti descritti in brevissimo tempo, tramite un attento e approfondito studio di tutti i sistemi di videosorveglianza del quartiere San Salvario. Inoltre, sono risultati fondamentali gli elementi indiziari ottenuti dalle dichiarazione delle vittime e le testimonianze ottenute tramite una scrupolosa ricerca di persone residenti nell’area, che potessero fornire anche piccoli spunti investigativi.

Nel corso dell’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, si è effettuata una perquisizione, estesa anche alla vettura dell’indagato, dove venivano rinvenuti e sequestrati un tirapugni nero in metallo e uno spray urticante al capsicum. Il procedimento penale si trova nella fase delle indagini preliminari pertanto l’indagato non è da ritenersi colpevole fino a giudizio definitivo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X