Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Turismo e Ambiente

Atp Finals quasi la metà dei turisti stranieri a Torino per la prima volta

Pubblicato

il

TORINO – E’ arrivato nel pomeriggio il resoconto con i numeri riferiti all’impatto turistico delle ATP Finals di Torino. Oltre 156 mila biglietti venduti, 15,5 milioni di euro incasso e 77 di ricadute: “i numeri di un grande successo”.

Torino si candida ad ospitare un nuovo ciclo del torneo tra i migliori tennisti del pianeta.   Per quanto riguarda il turismo. Da un’analisi delle presenze emerge che il 45% dei turisti era in città per la prima volta e per il 72% la motivazione principale della loro presenza erano proprio le Finals. A livello di provenienza, emerge 60% di visitatori italiani da Piemonte, Lombardia, Sicilia, Toscana ed Emilia-Romagna.

Gli stranieri in numero maggiore sono arrivati da Stati Uniti, Regno Unito, Francia e Germania ma anche da Spagna, Polonia, Romania e Francia. Molti i visitatori arrivati da altre Regioni d’Italia.

i numeri delle attività di ‘Casa Tennis’ e delle iniziative diffuse, organizzate da Città di Torino, Regione Piemonte e Camera di commercio, durante le Nitto Atp Finals che come sapete si sono concluse ieri portano queste cifre:  4.000 turisti, tantissimi giornalisti, 104 appuntamenti, 42 talk di cui la metà sold out, 130 relatori, 46 degustazioni con oltre 1.300 partecipanti, 157 performance in città a Torino. Oltre il 50% dei turisti ha visitato almeno un museo. Il 93% ha dichiarato di aver avuto un’esperienza positiva e di voler ritornare.

il sindaco Stefano Lo Russo ha dichiarato: “Possiamo essere soddisfatti del lavoro di coinvolgimento della città e lavoreremo fin da subito per migliorare quello che serve. Si deve partire dai risultati di oggi per avere altri 5 anni”. Anche il presidente della Regione, Alberto Cirio, promuove l’evento e sposa la linea del bis: “Abbiamo avuto risultati importanti e da questi possiamo partire per rivendicare che le Finals restino qui anche per l’edizione dopo il 2025. Sono risultati che otteniamo perché lavoriamo insieme”.  

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X