Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Scuola e Università

Continua la collaborazione tra Fondazione Cral e Università di Alessandria

Pubblicato

il

La Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria ha recentemente stanziato un contributo per l’Università del Piemonte Orientale pari a 172.000 Euro a sostegno della didattica e dei servizi abitativi per gli studenti della sede di Alessandria.

Si tratta, per la Fondazione presieduta dal dott. Luciano Mariano, di un’iniziativa che rientra tra le priorità individuate dal Documento Programmatico Previsionale 2020.

Il contributo è suddiviso in due tranche; 150.000 Euro andranno a finanziare due borse di dottorato di ricerca sul bando 2020/21 (XXXVI ciclo di dottorato): una per il corso in “Chemistry and Biology” e una per il corso in “Ecologia dei sistemi culturali e istituzionali”, nel curriculum “Democrazia sostenibile e solidale: diritti, doveri e istituzioni”, entrambi con sede ad Alessandria.

L’altra tranche, pari a 22.000 Euro, è dedicata ai servizi residenziali. Grazie infatti al protocollo d’intesa sottoscritto con la Diocesi di Alessandria è stato possibile garantire nell’anno accademico 2019/20 a 43 studenti non borsisti il posto letto nella città di Alessandria.

Con il prezioso contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, 26 ragazze e 17 ragazzi sono stati ospitati presso la Residenza Ex Collegio Santa Chiara da ottobre a marzo, riducendo sensibilmente le rette per le camere doppie e singole.

La Residenza rappresenta l’unica soluzione ad Alessandria in grado di rispondere alla crescente esigenza abitativa transitoria per studenti, alternativa alle disponibilità di posti letto Edisu, riservate agli studenti beneficiari di borse di studio. Dal prossimo anno accademico 2020/2021 la gestione sarà interamente a carico della Diocesi, che ha anche messo a norma la mensa e la sala ristoro per gli ospiti della struttura, oltre alle sale studio e relax.

«Il contributo stanziato dalla Fondazione risulta fondamentale per gli obiettivi di crescita dell’Università del Piemonte Orientale – ha sottolineato il rettore dell’UPO prof. Gian Carlo Avanzi –. Da un lato il potenziamento dei servizi agli studenti e delle residenze universitarie sono un obiettivo strategico per la sede di Alessandria, fondamentale per promuovere e valorizzare i progetti internazionali, nonché per garantire i servizi abitativi a studenti provenienti da altre provincie o regioni. Dall’altro la riduzione a livello nazionale del fabbisogno finanziario delle università ci obbliga a dover reperire su fondi esterni le somme necessarie per coprire e possibilmente aumentare le borse di dottorato, in particolar modo per le discipline scientifiche di base ed umanistiche, per le quali è più difficile reperire finanziamenti».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X