Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Carabinieri, interventi contro violenza domestica in provincia di Alessandria

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – I Carabinieri della provincia di Alessandria hanno effettuato diversi interventi in contrasto alla violenza domestica e per monitorare il rispetto delle norme anti-Covid.

Novi Ligure

Ieri, 25 novembre, in concomitanza con l’iniziativa “Orange the World”, la campagna di sensibilizzazione per dire NO alla violenza contro le donne promossa dalle Nazioni Unite e sostenuta dal Soroptimist International con l’adesione dell’Arma dei Carabinieri, i Carabinieri di Novi Ligure hanno dato esecuzione a due ordinanze dell’Autorità Giudiziaria nei confronti di autori di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori, con l’applicazione della misura cautelate del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese. Grazie alla collaborazione tra il Soroptimist International d’Italia e l’Arma dei Carabinieri, nel corso della giornata di ieri sono state illuminate di arancione le numerose Caserme dell’Arma in tutto il territorio nazionale, dove il Soroptimist alessandrino ha contribuito a realizzare, nell’ambito del progetto “Una stanza tutta per se”, la “stanza per le audizioni protette”, luogo di denuncia sicuro per le donne vittime di reati, inaugurata un anno fa, il 21 novembre, in occasione della celebrazione della ricorrenza della Virgo Fidelis, Patrona dell’Arma dei Carabinieri. Le ordinanza eseguite ieri dai Carabinieri sono state emesse dal Tribunale di Alessandria in esito alle indagini condotte dall’Arma novese a seguito delle querele sporte dalle persone offese, vittime di maltrattamenti e atti persecutori nel recente periodo. Un’ordinanza è stata emessa nei confronti di un 50enne libico per gli atti persecutori posti in essere in danno della ex-fidanzata, alla quale aveva inviato numerosi messaggi contenenti minacce oltre a pedinarla sul posto di lavoro e durante il tempo libero, effettuando numerosi passaggi in auto nei pressi dell’abitazione della vittima. Una seconda ordinanza è stata emessa nei confronti di un 47enne per i maltrattamenti e gli atti persecutori in danno della ex-convivente, nei confronti della quale aveva posto in essere numerose condotte violente, sia fisiche che psicologiche, proseguite anche dopo la fine della relazione sentimentale con condotte persecutorie, consistite prevalentemente in messaggi telefonici dal tono minaccioso e in appostamenti nei pressi dell’abitazione della vittima, inducendo la stessa a rimanere in casa per il timore generato.

Novi Ligure

I Carabinieri di Novi Ligure hanno denunciato per maltrattamenti verso familiari conviventi una 48enne che, a seguito delle indagini scaturite dalla denuncia-querela presentata dalla figlia convivente, risultava avere posto in essere nei suoi confronti molteplici aggressioni fisiche e vessazioni psicologiche dall’anno 2017 al mese di novembre 2020.

Novi Ligure

I Carabinieri di Novi Ligure, nel corso di un servizio coordinato finalizzato al controllo dell’applicazione della normativa anti-Covid e alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, hanno segnalato un marocchino 32enne con pregiudizi di polizia trovato in possesso di circa 6 grammi di hashish, detenuta illecitamente per uso personale non terapeutico e posta sotto sequestro amministrativo, e denunciato una 31enne che, a seguito di sinistro stradale, risultava positiva all’alcool e alla cocaina. L’autovettura veniva sottoposta a fermo amministrativo e la patente di guida ritirata per la sospensione.

Novi Ligure

I Carabinieri di Novi Ligure hanno denunciato per maltrattamenti in famiglia un 40enne, resosi responsabile di maltrattamenti reiterati nel tempo nei confronti della moglie convivente. La donna, nell’ultima circostanza, ricorreva alle cure del locale pronto soccorso, facendo scattare le tutele previste dal “Codice Rosso”.

Tortona

I Carabinieri di Tortona hanno denunciato per maltrattamenti in famiglia una 40enne con precedenti di polizia che, a seguito di diverbio con la figlia 16enne convivente, le imponeva di uscire dall’abitazione, sprovvista di idonei indumenti in relazione alle basse temperature, senza permetterle di rientrare. Sul posto giungevano i Carabinieri, che affidavano la minore al padre separato.

Tortona

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Tortona, a conclusione dell’attività di indagine, hanno tratto in arresto per spaccio di sostanze stupefacenti un marocchino 44enne con precedenti di polizia. Nel corso dell’attività investigativa, il marocchino veniva notato nell’atto di cedere tre dosi di cocaina a un avventore e, a seguito di perquisizione personale, veicolare e domiciliare, veniva trovato in possesso di ulteriori 20 grammi di hashish, un telefono cellulare e 315 euro in contanti riconducibili all’attività illecita. Nel medesimo contesto operativo, venivano accertate e contestate al predetto ulteriori 160 pregresse cessioni di stupefacente ad altri assuntori. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Alessandria in attesa dell’udienza di convalida.

Volpedo

I Carabinieri di Volpedo, a conclusione delle indagini scaturite dalla querela sporta dalla parte lesa, hanno denunciato per appropriazione indebita una 22enne che, in qualità di volontaria presso un’associazione come addetta al doposcuola degli studenti, per futili motivi connessi a diatribe interne sulla gestione del servizio, si impossessava indebitamente di materiale di cancelleria, documentazione, un timbro e un blocchetto di ricevute, in parte rinvenuti dai Carabinieri al momento del controllo e restituiti all’avente diritto.

Tortona

I Carabinieri di Capriata d’Orba hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Alessandria, nei confronti di un 44enne del locale campo nomadi, con pregiudizi di polizia, in relazione ai furti su autovettura commessi nei comuni di Gavi e Predosa dal 9 giugno al 20 ottobre di quest’anno. I Carabinieri hanno evidenziato la particolarità del fatto che l’uomo, all’epoca ignoto, durante la commissione dei reati era solito portare con sé un cane, meticcio di piccola taglia, che utilizzava come diversivo per non dare nell’occhio. L’autorità giudiziaria ha disposto nei suoi confronti la misura degli arresti domiciliari presso il campo nomadi. Le indagini sono tuttora in corso per accertare ulteriori analoghi reati commessi dall’uomo.

Solero

I Carabinieri di Solero, a conclusione delle indagini scaturite dalla querela sporta dalla parte lesa, hanno denunciato per truffa un 65enne con pregiudizi di polizia che, ricevuti in prestito dalla vittima 1.400 euro adducendo le proprie precarie condizioni economiche, all’atto della restituzione consegnava un assegno postale dello stesso importo risultato scoperto. 

Alessandria

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Alessandria, intervenuti per una lite presso l’abitazione di una 53enne, hanno denunciato per lesioni aggravate un 60enne senza fissa dimora che l’aveva aggredita con un coltello, in stato di alterazione dovuta all’abuso di alcolici. Sul posto, interveniva anche personale del 118, che prestava le prime cure alla vittima, riscontrando solamente una ferita superficiale al braccio.

Molare

I Carabinieri di Molare, a seguito della denuncia-querela sporta dalla parte lesa, hanno deferito in stato di libertà un 73enne per lesioni personali colpose. Il pensionato, a bordo della propria autovettura, aveva causato un sinistro stradale con un motociclo, cagionando al conducente lesioni giudicate guaribili in circa trenta giorni.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X