Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Turismo e Ambiente

Cirio: “40 milioni per il turismo piemontese, segnali positivi per apertura confini il 3 giugno”

Pubblicato

il

TORINO – Si è appena conclusa la conferenza stampa indetta dalla Regione Piemonte, durante la quale si è fatto il punto sugli investimenti per il settore turistico.

Alberto Cirio, presidente della Regione: “Per fare turismo bisogna che la gente si muova. Questo è il primo punto dai quali partono le paure di questo comparto. Ogni venerdì mattina riceviamo il monitoraggio regionale quotidiano e settimanale. Il report di ieri sera ci dice, con grande soddisfazione, che i parametri di valutazione sono ampiamente all’interno delle soglie, senza spie di allarme. Confidiamo quindi che dal 3 giugno i confini del Piemonte possano riaprirsi al resto d’Italia. Riaprendo i confini si riapre la mobilità per le persone. Noi vogliamo riaprire tutto e riaprire per sempre. Dal prossimo autunno vogliamo riassicurare la totale normalità del turismo. Un piano da 40 milioni che ne posiziona 10 per curare le ferite. Il bonus turismo da 10 milioni va a circa 6700 strutture piemontesi, con una suddivisione proporzionata al tipo della struttura stessa a seconda di numero di camere e stelle. In una sola settimana abbiamo accreditato 50 milioni sui conti correnti di estetisti, parrucchieri, ristoratori, baristi e commercianti in difficoltà. Abbiamo scelto di aiutare chi deve tirare di nuovo su una serranda, perché al loro interno c’è vita. Gli alberghi fanno parte di un progetto a parte, non ci siamo dimenticati di loro. Abbiamo fatto un investimento con fondi europei per aiutare le strutture ricettive a portare all’esterno ciò che non possono più portare all’interno. Contributo a fondo perduto del 70% per le attività che devono investire in dehors, ombrelloni e attrezzature per l’esterno“.

Vittoria Poggio, assessore al turismo: “Crediamo da sempre nel turismo come leva di sviluppo. Abbiamo previsto un voucher vacanze promuove offerte di almeno 3 pernottamenti: uno pagato dalla Regione, uno dall’albergatore e uno dal cliente”.

Nelle prossime ore verrà inviata una modulistica alle strutture alberghiere per l’assegnazione dei voucher.

Qui è possibile rivedere il video per intero.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X