Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Torino

Torino, inaugurato l’Anno Accademico Sportivo 2019/2020

Pubblicato

il

TORINO – È stato inaugurato ufficialmente oggi, martedì 19 novembre, l’Anno Accademico Sportivo 2019/2020. Il Sistema Universitario Sportivo torinese, con capofila il Centro Universitario Sportivo di Torino, nel primo pomeriggio ha preso parte alla cerimonia di apertura ufficiale, che si è tenuta presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Torino, Cavallerizza Reale.

Quest’oggi si sono festeggiati 73 anni di grande sport universitario e il tutto è stato reso ancora più speciale per la ricorrenza del ventesimo anniversario dalla scomparsa del mai dimenticato Primo Nebiolo, numero uno dell’atletica mondiale, nonché Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese dal 1947 al 1999 e numero uno della IAAF, senza dimenticare anche il 60° anniversario della prima edizione dell’Universiade, nata proprio a Torino nel 1959.
Si è trattato di un momento solenne che ha riunito le tante autorità accademiche, politiche, istituzionali e militari del capoluogo sabaudo, oltre agli atleti e ai dirigenti delle sezioni del Centro Universitario Sportivo torinese. Al tavolo dei relatori erano presenti: il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese Prof. Riccardo D’Elicio, il Magnifico Rettore dell’Università di Torino Prof. Stefano Geuna, il Magnifico Rettore del Politecnico di Torino Guido Saracco, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca. Un video-messaggio è stato proiettato a nome della Sindaca Chiara Appendino, che non ha potuto prendere parte alla cerimonia.

In rappresentanza di tutti gli atleti cussini è stata presentata l’eccellenza sportiva del CUS Torino, gli atleti vincitori della borsa di studio AGON (https://progettoagon.it/).
Istituzionalmente l’inaugurazione dell’Anno Accademico Sportivo è l’evento più importante del Centro Universitario Sportivo torinese e segna l’inizio ufficiale delle attività sportive universitarie. Il CUS Torino è, nella sua dimensione polisportiva, per varietà e qualità delle proposte, un riferimento nel panorama regionale e nazionale, ribadendo il primato come una delle polisportive più grandi d’Italia.
Il moderatore della conferenza è stato Andrea Ippolito, Direttore Generale del Centro Universitario Sportivo torinese, che ha ricordato come: “73 anni di storia ci hanno insegnato l’attenzione e il rispetto di se stessi e degli altri, utilizzando l’attività fisica come strumento di benessere personale e collettivo”.

A prendere la parola per primo è stato il padrone di casa, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Torino, Stefano Geuna: “È un piacere ospitare così tante atlete e atleti nel nostro Ateneo. Siamo stati premiati pochi giorni fa come la migliore università del 2019 per quanto riguarda la promozione di attività sportive. Questo traguardo dimostra quanto il nostro Ateneo, che io amo definire come la nostra “città universitaria”, sia attenta all’attività sportiva. Non tutte le università italiane sono come quella di Torino. Ci configuriamo come un’Università in cui chi desidera fare sport è facilitato e invogliato a praticarlo. Auguro un buon anno accademico sportivo a tutte le atlete e a tutti gli atleti per le nuove sfide che li attendono”.

È stata, poi, la volta del Magnifico Rettore del Politecnico di TorinoGuido Saracco: “Da qualche tempo a questa parte gli Atenei torinesi hanno deciso di uscire dal proprio solco di competenza per interessarsi della società a 360°. Formazione, ricerca e innovazione sono alla base per tutti noi, ma ancora più fondamentali sono i valori che lo sport trasmette e che servono per crescere, sotto tutti i punti di vista. Lo sport è una storia di vita che ci interessa coltivare. Le nostre università vorranno continuare ad aiutare il CUS Torino per fare sempre meglio e per investire più tempo di prima nella sua crescita che, alla fine, è la crescita di tutti noi. Le attività proposte dal CUS sono costose, ma con un aiuto da parte degli Atenei tutto diventerà possibile e il servizio offerto continuerà a essere all’altezza delle aspettative. Le basi sono buone e vi posso giurare che saremo sempre più presenti. Buon anno accademico sportivo a tutti”.

Ha preso, poi, la parola l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca: “Come Regione Piemonte stiamo cercando di sostenere sempre di più lo sport, anche perché io ritengo che la nostra regione debba essere la casa dello sport. Tutti dovrebbero praticare una disciplina sportiva per condurre una vita migliore. Sono felice di annunciare, invece, che da domani entrerà in vigore una nuova legge regionale sullo sport scritta proprio dalle associazioni sportive. Creeremo un ente che possa raccogliere fondi esterni per organizzare manifestazioni sportive. La promessa che posso farvi oggi è che proveremo con tutte le nostre risorse a portare le Universiadi del 2025 a Torino, la patria, per eccellenza, di questo evento”.

Ha voluto augurare un buon inizio di anno accademico sportivo a tutti anche la Sindaca della Città di Torino, Chiara Appendino tramite un video-messaggio: “Vi porto i miei auguri e vi faccio i complimenti per il grande lavoro che viene da voi svolto ogni anno. A Torino è forte la collaborazione tra la città e le istituzioni per sostenere lo sport. Si tratta di un lavoro importante perché lo sport non è solo fatica, sudore e divertimento, ma è prima di tutto una scuola di vita e di cittadinanza. Ringrazio ancora una volta il CUS Torino, gli Atenei e le associazioni che si adoperano per fare in modo che lo sport sia accessibile a tutti”.

A chiudere gli interventi è stato il Presidente del Centro Universitario Sportivo torineseRiccardo D’Elicio: “Essere qui, oggi, in compagnia dei Rettori rappresenta un grande motivo di orgoglio per me. Gli Atenei ci spingono a migliorare ogni giorno di più, sono uno stimolo costante. Voglio ringraziare tutte le persone che ci dedicano del tempo, perché nulla è dovuto. 70mila ore sono state dedicate allo sport da i nostri volontari ed è un dato semplicemente straordinario. Questo sarà il mio ultimo mandato, ma vorrò chiudere in bellezza. Io ho un sogno, noi abbiamo un sogno, quello di portare nella nostra meravigliosa Torino le Universiadi nel 2025. Ci invidiano in tanti perché il nostro è un sistema che funziona. Integrare e socializzare a Torino non è semplice, ma lo sport può essere il migliore veicolo e noi continueremo a lavorare per questo. Buon anno accademico sportivo a tutti e che sia ricco di successi, come sempre”.
Sono stati conferiti dei premi speciali.

Un premio dedicato ai consiglieri cussini che in questi anni hanno contribuito alla crescita dello sport universitario torinese: Enzo GascoRoberto PolloniSergio Bortolani e Marco Mezzalama.

Il tributo come migliore “Giornalista dell’anno” Timothy Ormezzano, giornalista di spicco del settore sportivo della redazione de “Il Corriere della Sera”, per l’interesse dimostrato nei confronti dell’intero sistema sportivo universitario da parte della testata da lui rappresentata.

Ogni anno viene premiato anche il “Dirigente CUS dell’anno”, e in questa occasione il premio è andato a Mauro Tontodonati, per il suo qualificato lavoro svolto in questi anni di storia del CUS Torino che è servito per contribuire alla crescita della canoa e del canottaggio sul territorio nazionale e internazionale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X