Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Volontariato

#insiemesipuòfare: musica e spettacolo per l’ospedale di Alessandria

Pubblicato

il

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO DEL PROGETTO #INSIEMESIPUOFARE

Le notizie di stampa ed i contatti personali ci hanno rappresentato la situazione dell’Ospedale di Alessandria in questi giorni. Professionalità eccezionali e strutture adeguate ad una routine normale, sono messi in difficoltà dalla pandemia che ci ha colpiti, toccando in particolare la nostra città.

Proprio le notizie giunte, ci hanno convinti a cercare di portare un aiuto a coloro che operano e coloro che avranno bisogno delle strutture, con le nostre capacità.

Da qui è nato il progetto #insiemesipuòfare. I conduttori di DoubleNews Riccardo Pizzorno e Flaminio de Castelmur e i componenti del Gruppo DownTownDuo, Linda Salvaggio e Davide Giacobbe, si sono uniti e, ognuno per le proprie competenze, hanno provato a contattare Amici e conoscenze per chiedere una condivisione di sensibilità.

La risposta è stata superiore allo sperato e ha permesso di creare uno spettacolo web, con cantanti di tutta Italia, importanti o meno conosciuti, dotati tutti però di grande capacità e di un grande cuore.

Martedì 14 aprile sarà così pubblicata sulla pagina YouTube di DoubleNews, #insiemesipuòfare una raccolta di canzoni e performance, singole e di gruppo, dedicate alla raccolta di fondi per l’Ospedale di Alessandria, che non si limiterà al momento della diretta, ma sarà possibile alimentare per tutti i giorni successivi.

Hanno aderito: Alberto Fortis, DownTownDuo, Andrea Amisano, Eleonora Bonzano, Gigli’s, Giorgio Penotti, Selena Bricco, Serena Tettoni, Massimo Stona, Gianni Coscia, Cecilia Pilotto, Luca Rovini, Robert James Ucciero, Davide Turci, Alessandro Terzo, Marco Tavola, Giorgia Bazzanti, Sara Romano, Chiara Effe, Massimo Francescon, Paolo Bonfanti, Gigi T. Bone, Lovesick Duo, Fabrizio Casalino, Diego Parassole, Luca Colombo, Danilo Sacco, Maurizio Carucci cantante degli Ex-Otago, Riccardo Guasco.
Speriamo che lo spettacolo sarà gradito e che coloro che lo seguiranno vogliano partecipare alla raccolta fondi, che andrà direttamente all’Ospedale senza intermediari o strutture sociali

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X