Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Genova: ubriaco importuna i clienti del bar e colpisce gli agenti, arrestato

Pubblicato

il

GENOVA – La Polizia di Stato di Genova ha arrestato un 43enne albanese per resistenza, lesioni e minacce a Pubblico Ufficiale e per danneggiamento.

Ieri pomeriggio una pattuglia dell’U.P.G. è intervenuta all’interno di un bar in quanto il 43enne, pesantemente ubriaco, dava calci alle sedie e importunava gli avventori. I poliziotti faticosamente hanno cercato di calmarlo ma l’uomo li ha minacciati, spinti, strattonati e colpiti con pugni e graffi (10 e 15 giorni di prognosi). Nel tragitto verso la Questura ha anche danneggiato a testate  la macchina di servizio tanto da autolesionarsi e indurre gli operatori a trasportarlo in ospedale. L’uomo, pregiudicato, è stato processato con rito per direttissima.


Due italiani, una donna di 38 anni e un uomo di 44, sono stati denunciati dai poliziotti dell’U.P.G. per interruzione di pubblico servizio, percosse e l’uomo anche per minacce. I due a bordo di un autobus hanno chiuso tutti i finestrini giustificando tale gesto in quanto era in funzione l’aria condizionata. Un passeggero li ha invitati a lasciare aperto il finestrino vicino alla sua compagna che aveva bisogno d’aria e ne è nata una violenta lite tale da costringere l’autista a interrompere la marcia del mezzo sino all’arrivo della Polizia.


Ieri sera gli agenti del Commissariato Sestri hanno denunciato una 60enne genovese per minacce aggravate e porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere. La donna ha litigato con i passanti che l’hanno invitata a non dar da mangiare a i piccioni e lei per tutta risposta ha preso un martello dalla borsa e li ha inseguiti minacciandoli.


gli agenti del Commissariato Prè hanno denunciato ieri per furto aggravato in concorso un 40enne napoletano e una 44enne genovese.  Lo scorso 21 maggio un dipendente del negozio Unieuro ha presentato denuncia di furto di merce per un valore di 56 euro. Visionate le immagini di videosorveglianza ha riconosciuto uno dei due autori del furto che nella stessa mattina aveva cercato di acquistare un televisore tramite finanziamento, consegnando il proprio documento. Gli accertamenti esperiti sulla carta d’identità dell’uomo e sulle immagini delle telecamere che hanno ripreso l’auto intestata alla donna con cui i due hanno lasciato il negozio hanno permesso di identificarli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X