Entra in contatto con noi

Cronaca

Genova: nessuna commessa, lavoratori Ansaldo in corteo

Pubblicato

il

La grave crisi che sta attraversando Ansaldo Energia, confermata dalla riunione che si è tenuta ieri nella sede di Confindustria, ha convinto i lavoratori a scendere in piazza. Stamattina in corteo hanno percorso le strade che portano dal cancello d’ingresso dell’azienda fino alla sede della Prefettura di Genova spostandosi poi inpiazza Corvetto, paralizzando così il traffico in centro città.   

I sindacati hanno dichiarato: “Ansaldo Energia in questo momento ha zero commesse per i primi mesi del 2023, con oltre 200 mila ore di lavoro da scaricare.  In pratica un terzo dei 2.400 dipendenti è coinvolto nella riduzione. La dichiarazione finale, diretta al governo, in sintesi è stata: “Non vi lasceremo chiudere Ansaldo! Il Governo deve intervenire perché avevamo commesse già firmate con la Russia che però sono state bloccate dalle sanzioni. Queste commesse devono essere sbloccate subito!”

Altre 3 importanti commesse erano già state firmate con Enel per le centrali a carbone di Brindisi, Civitavecchia e del comune di Castel San Giovanni di Piacenza, tutte da riconvertire a “gassono”, ma anche queste sono state fermate dal Governo a causa di “scelte di politica energetica”.

I sindacati dicono ancora: “Non lasceremo che a pagare tensioni internazionali e le scelte politiche siano i lavoratori”.

Il prefetto di Genova, Renato Franceschelli, dopo l’incontro di questa mattina si è impegnato a interessare direttamente il ministro dell’economia Daniele Franco.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X