Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Turismo e Ambiente

Il Comune di Alessandria rinnova impegno contro mozziconi per terra

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – Sia i Vigili Urbani che gli Ispettori ambientali saranno impegnati nell’attività di controllo del territorio anche per quanto riguarda l’abbandono dei mozziconi delle sigarette e dei prodotti da fumo sulle strade cittadine. Con l’ordine di servizio n. 2/2020, infatti, Il comandante vicario della Polizia Municipale, Alberto Bassani, d’intesa con l’assessore all’Ambiente del comune di Alessandria, Paolo Borasio, ha invitato tutto il personale operante ad intensificare i controlli per l’applicazione della Legge n. 221 del 28 dicembre 2015 (art.40) che prevede sanzioni da 30€ a 150€ per chi abbandona a terra mozziconi di sigarette.

Per il Comune di Alessandria è prevista l’applicazione di una sanzione in misura ridotta pari a 50€ che potrà essere raddoppiata qualora il destinatario non si avvalga della facoltà di pagare in misura ridotta.

In questo modo l’Amministrazione Comunale intende garantire maggiori standard di decoro e pulizia della nostra città, favorendo la tutela dell’Ambiente. Proprio in quest’ottica, negli ultimi mesi del 2019, sono stati collocati nelle vie cittadine nuovi cestini portarifiuti e nuovi posacenere e, successivamente, il Comune di Alessandria ha aderito alla campagna nazionale ‘No mozziconi a terra’, promossa da ‘Striscia la Notizia’.

“Quando si gettano per terra i mozziconi di sigaretta spesso non si pensa che questi sono un rifiuto inquinante a tutti gli effetti – ha commentato l’assessore all’Ambiente, Paolo Borasio -. L’impatto ambientale che questo gesto apparentemente insignificante genera, sono notevoli, in particolar modo se si pensa alla quantità di sigarette che quotidianamente vengono consumate. Per una città più pulita e più vivibile è importante che tutti collaborino. Noi abbiamo fatto la nostra parte: abbiamo collocato  nuovi cestini portarifiuti e nuovi posacenere laddove ve ne era la necessità e con questo provvedimento avviamo controlli più puntuali. Ora tocca ai cittadini.

Sapendo che i controlli sono più serrati, anche chi fino ad oggi per distrazione o leggerezza si liberava del mozzicone di sigaretta gettandolo a terra, sicuramente farà più attenzione. Basta poco per migliorare l’ambiente in cui viviamo, se si decide di collaborare tutti insieme in modo sinergico”.

1 Commento

1 Commento

  1. Piero Carini

    16 Gennaio 2020 14:32 at 14:32

    La mia esperienza dal 1993 suggerisce, per affrontare il problema:
    1° Lezioni nelle scuole, ho tenuto 33 lezioni di educazione ambientale nelle scuole primarie, nelle quali gli alunni pootrebbero stimolare i genitori funatori a comportamenti corretti;
    2° Consigliare i fumatori di dotarsi di scatolette adatte, nelle quali depositare i mozziconi di sigarette, ce ne sono vari tipi in commercio;
    3° Il fumatore dovrebbe svuotare dette scatolette nei cassonetti dell’indifferenziata;
    4° Dato che il problema è grande, quotidiano e capillare, i Vigili e gli agenti delle aziende di Igiene Urbana, dovrebbero riprendere cortesementle i trasgressori per raccogliere e depositare nei cestini o cassonetti le proprie cicche. E’ necessaria la volontà politica per mettere in moto la scuola Pubblica e Privata, le Aziende di Pulizia Ambientale e i Media, per conseguire e mantenere i risultati desiderati.

    Carini Piero
    3288839648
    piero.carini@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X