Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Torino: due amici dediti a furti e rapine tornano in carcere per una rapina in supermercato

Pubblicato

il

TORINO – Hanno trascorso in carcere gli ultimi mesi, a seguito di un arresto per furto aggravato avvenuto lo scorso maggio.  I due, di nazionalità bielorussa, 42 e 37 anni, con numerosissimi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, si sono resi protagonisti lo scorso sabato pomeriggio dell’ennesimo episodio delittuoso.

Entrati all’interno dell’Ipercoop di via Livorno, hanno infatti dapprima bevuto insieme alcune sostanze alcoliche, nascondendo poi le confezioni vuote dietro ad altri articoli. Successivamente, uno dei due  ha messo all’interno dello zainetto dell’amico diverse forme di parmigiano, per un importo di quasi 200 euro, dopodiché si sono divisi per tentare meglio il colpo. Quello con i prodotto alimentari si è recato all’uscita senza acquisti, cercando di uscire fuori dal supermercato senza dare nell’occhio, ma è stato fermato da personale della sicurezza, avvedutosi di quanto successo tramite le telecamere di vigilanza.

A questo punto, il 37enne ha dato in escandescenze e ha iniziato a colpire con calci e pugni un dipendente del supermercato, peraltro togliendogli il badge. Solo l’arrivo di personale della Squadra Volante ha consentito l’arresto di entrambi i complici per rapina impropria in concorso.    


Sabato pomeriggio, un signore era a passeggio con i suoi cani in via XX Settembre quando all’altezza di piazza Palazzo di Città si accorge di avere alle spalle un giovane che sta frugando nello zaino che ha alle spalle. La vittima si accorge che il ladro ha nelle mani il suo smartphone che custodiva nel cappotto e cerca di riprenderselo. A tale reazione, il giovane, un venticinquenne marocchino, cerca di aggredire la vittima che riesce a schivare i colpi, riuscendo anche a recuperare il telefono.

Alla scena assistono alcuni passanti che chiamano la Polizia. Gli agenti del Commissariato Centro intervenuti fermano e arrestano il cittadino straniero per rapina. Il venticinquenne viene anche denunciato in stato di libertà per la resistenza opposta agli agenti durante le fasi dell’arresto e sanzionato amministrativamente per ubriachezza molesta.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X