Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Pendolari novesi: “Cauto ottimismo su volontà di risoluzione del grave problema di attestamento dei RV a Genova Principe”

Pubblicato

il

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA NOTA DELL’ASSOCIAZIONE PENDOLARI NOVESI

Foto di repertorio

In data 28 giugno 2022 si è tenuta una riunione fra Regione Liguria (Assessorato ai Trasporti), Trenitalia, RFI, Agenzia Mobilità Piemonte, Associazione Pendolari Novesi e Comune di Ronco Scrivia.

Oggetto della riunione, sollecitata dall’Associazione Pendolari Novesi di concerto con il Comune di Ronco Scrivia in rappresentanza di altri Comuni della Valle Scrivia, è stato quello di trovare una possibile soluzione al problema dell’attestamento a Genova Piazza Principe dei treni provenienti dal Piemonte e dalla Valle Scrivia, che tanto disagio sta arrecando ai lavoratori in arrivo nel capoluogo ligure.

L’attestamento a Genova P.P. di treni regionali che un tempo venivano attestati a Genova Brignole sta determinando infatti non solo frequenti ritardi sull’ingresso al lavoro, ma anche problemi di sicurezza e di incolumità per gli stessi passeggeri, che in discesa dai Regionali a Genova P.P. si trovano a cercare di raggiungere in tutta velocità il primo regionale utile per Genova Brignole, e vi sono già stati episodi (per fortuna al momento senza gravi conseguenze) di cadute da parte di alcuni passeggeri. Il problema non è meno grave in partenza da Genova Brignole, in quanto l’interscambio forzato per raggiungere Genova P.P. ha già determinato in diversi casi l’impossibilità di arrivare per tempo a salire sul regionale verso la Valle Scrivia e il Piemonte.

Dopo una introduzione a cura del sindaco di Ronco Scrivia (Dott.ssa Rosa Oliveri, cofirmataria di questo comunicato stampa) in cui sono stati evidenziati i disagi creati dalla situazione attuale che si vengono ad aggiungere a quelli creati dalla chiusura della ex SS35 dei Giovi a causa della ben nota frana, disagi patiti in particolare dalla popolazione della valle Scrivia, l’associazione ha provveduto ad illustrare lo studio effettuato per tentare di proporre una possibile soluzione.

Il contenuto discusso è contenuto nel documento qui allegato, presentato durante la riunione.

Lo studio effettuato propone una rosa di tre possibili soluzioni:

•        attestamento stabile su un binario indicato per i quattro treni maggiormente critici;

•        interventi specifici sui singoli treni;

•        cambi di orario (proposta integrativa e non alternativa).

Tali soluzioni possono essere adottate contemporaneamente oppure esclusivamente previo studio di fattibilità.

RFI ha dichiarato che prenderà in carico una analisi del documento presentato e darà un parere di possibile fattibilità entro il mese di luglio.

Attendiamo quindi riscontro da parte di RFI, e anche non fossero tecnicamente percorribili le soluzioni da noi proposte, confidiamo vi sia in ogni caso disponibilità a trovarne di ulteriori rispetto a quelle da noi suggerite, al fine di porre rimedio a questa grave problematica.

Confidiamo altresì che da parte dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Liguria vi sia particolare attenzione ed impegno affinché si arrivi nel più breve tempo possibile ad una risoluzione, nell’interesse dei pendolari tutti e dei cittadini della Liguria.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X