Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Alessandria

Produzione C604, Solvay risponde: “No a realizzazione nuovi impianti, solo parziali modifiche”

Pubblicato

il

Dopo i molti pareri contrari ricevuti, dalle associazioni di ambientalisti a Legambiente, fino al Comune di Alessandria, la Solvay dice la sua in merito all’ampliamento della produzione di C604, che tanto ha fatto discutere nei giorni scorsi, anche in seguito al caso che ha interessato l’acquedotto di Montecastello.

Il comunicato Solvay arriva alla viglia della Conferenza dei Servizi che si terrà domani, martedì 23 giugno, presso la Direzione Ambiente e Pianificazione Territoriale della Provincia di Alessandria.

Nello specifico, l’azienda di Spinetta Marengo specifica che “il C6O4 non ha le stesse caratteristiche del PFOA ed è una sostanza chimica completamente diversa. Il C6O4 possiede un profilo tossicologico migliore e, i dati disponibili, indicano che il C6O4 non è biopersistente e non è bioaccumulabile” e che “con la Messa in Sicurezza Operativa, il sito di Spinetta Marengo sta operando in totale sicurezza e, sotto il controllo degli Enti, mantiene attivo un costante e accurato piano di monitoraggio dell’efficacia delle misure adottate“.

Per quanto riguarda la richiesta AIA, invece, seconda l’azienda questa “comporterebbe parziali modifiche alla linea produttiva esistente e non la realizzazione di nuovi impianti. L’estensione della produzione di C6O4 – che inciderebbe dello 0,2% sul totale della produzione dei Prodotti Florurati e dello 0,02% sulla produzione totale che comprende i cd. “prodotti chimici secondari” – è strategicamente necessaria per assicurare una crescita sostenibile nel medio-lungo periodo del sito oltre a migliorarne la complessiva situazione ambientale. Il sito di Spinetta Marengo, insieme al centro ricerca di Bollate, partecipa ad un importante innovativo programma di ricerca europeo approvato dalla Commissione Europea per sostenere la ricerca e l’innovazione nel settore prioritario delle batterie per una nuova mobilità pulita e a basse emissioni. Questo progetto porterà significative opportunità di sviluppo tecnologico per il miglioramento ambientale e la crescita economica“.

Non resta quindi che attendere la Conferenza di domani, durante la quale verrà approvata, o meno, la produzione di C604.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X