Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Turismo e Ambiente

Tortona: incontro tra delegati Touring Club Italiano e QuartoPiemonte

Pubblicato

il

Nella Sala della Biblioteca Civica di Tortona, una nutrita delegazione del Touring Club Italiano ha incontrato QuartoPiemonte, Tour Operator no profit specializzato nella creazione di esperienze sul territorio, e il Consorzio Gran Monferrato, ente privato che collabora strettamente con i soggetti pubblici per favorire lo sviluppo del turismo in Provincia di Alessandria.

Storica Associazione senza scopo di lucro, il Touring Club Italiano promuove da 128 anni la tutela del paesaggio, delle eccellenze e del patrimonio italiano, per renderlo più attrattivo e accogliente. Il TCI, rappresentato dal direttore generale Dott. Lattanzi, dal Direttore Mornacchi e dalla Dott.ssa Frigoni, è stato accompagnato anche dalla Fondazione Campus di Lucca, istituzione impegnata da anni nell’alta formazione di professionalità legate al turismo e alla valorizzazione dei beni culturali insieme all’Università di Pisa, di Pavia e della Svizzera Italiana. Per la Fondazione erano presenti il suo Presidente, Avvocato Frau, l’Amministratore Delegato Dott. Benassi e la responsabile della formazione, Prof. Lemmi dell’Università di Pisa.  

La delegazione è arrivata a Tortona per conoscere più da vicino l’articolato progetto di marketing territoriale che sta prendendo forma grazie all’incontro tra QuartoPiemonte e il Consorzio. Le due realtà, entrambe nate in pieno periodo covid, hanno recentemente deciso di integrare le loro diverse competenze e professionalità per far crescere in modo consistente i flussi turistici in Provincia. Ricco di eccellenze artigiane ed enogastronomiche, biodiversità, storia e tradizioni, il territorio alessandrino merita di essere adeguatamente valorizzato. Strategico per la sua posizione, all’incrocio di quattro regioni e quattro Provincie, è sempre stato attraversato, ma mai sufficientemente vissuto. “Abbiamo oltre 700 km di sentieri tracciati e regolarmente manutenuti, vere e proprie autostrade del benessere, a meno di un’ora di auto da Milano” ha sottolineato il Presidente di QuartoPiemonte, Checco Galanzino “Il nostro è un territorio unico. L’essere rimasto fuori dai grandi flussi turistici ne ha conservato inalterate bellezza e autenticità. È questo che vogliamo trasmettere alle persone: non serve andare troppo lontano per godersi paesaggi incredibili, fare safari fotografici o volare in mongolfiera. Abbiamo tanto da dare, ai viaggiatori e ai suoi abitanti, e il turismo può davvero essere uno dei modi più naturali, giusti e sostenibili per consentire anche ai nostri giovani di scegliere di rimanere qui.”

Alla presenza dei rappresentanti politici dei comuni capizona, del Presidente e del Direttore del Circuito Cultura&Territorio della Fondazione Slala e del Presidente del Consorzio dei Vini dei Colli Tortonesi, il Touring e la Fondazione Campus hanno ascoltato con interesse la storia di questa “buona pratica” di collaborazione tra due soggetti, uno costituito come impresa sociale e uno a natura consortile, che recentemente hanno incrociato le loro strade, dando vita a quest’alleanza per il bene comune. Quasi un unicum in ambito italiano.

L’obiettivo di questo progetto congiunto è di creare una rete di relazioni sempre più attiva e diffusa. Attualmente il Consorzio conta già un centinaio di Soci, nella zona di Acqui Terme, Casale Monferrato ed Ovada. La nostra ambizione è quella di allargare e condividere la base dei Soci, per creare un’offerta turistica completa, anche con la realtà di Quarto Piemonte. Questa strategia porterà finalmente ad una vera omogeneità delle nostre colline al fine di ottenere lo status di destinazione turistica anche attraverso la visibilità internazionale che si merita.” ha commentato Andrea Guerrera, presidente del Consorzio Gran Monferrato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X