Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Turismo e Ambiente

Solvay: arriva la Commissione Ecomafie, oggi la prima parte del sopralluogo

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – Si è tenuto ieri, mercoledì 21 ottobre, il primo dei tre giorni d’esame dedicato al polo chimico della Solvay di Spinetta Marengo.

Nel pomeriggio odierno in Prefettura ad Alessandria si è tenuta la prima parte del sopralluogo della “Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati”  che è presieduta dall’on Stefano Vignaroli, il quale prima di iniziare il vertice ha dichiarato che il Piemonte ed il Veneto sono le uniche due regioni dove esiste un serio problema legato alla produzione di sostanze chimiche PFAS che però, solo il Veneto ha emanato una legge che stabilisce limiti alla presenza di questi  componenti chimici nell’ambiente, in attesa che il governo definisca un regolamento unico nazionale.

Grande la soddisfazione dei movimenti ambientalisti per questa missione d’inchiesta parlamentare venuta ad indagare sulla presenza di inquinanti nella zona di Spinetta Marengo. 

La Presidente di Legambiente Ovadese, Michela Sericano, ha precisato che esiste un problema non ancora risolto che è precedente al permesso per la produzione di C6O4 nello stabilimento di Spinetta ed è l’inquinamento già da ”cromo esavalente” già avvenuto in una vasta area tra Spinetta e Alessandria,  per il quale un tribunale ha condannato la Solvay a bonificare lo stabilimento di Spinetta e le terre intorno. Bonifica che non è ancora avvenuta. 

La Solvay alla fine dell’incontro ha diramato questa Nota Stampa:

“In merito alla tappa piemontese della Commissione parlamentare, inserita nell’ambito di approfondimenti su tutto il territorio nazionale, Solvay esprime soddisfazione per questa occasione di confronto che fa seguito alla precedente audizione avvenuta a Roma lo scorso gennaio. In quella occasione Solvay ha invitato la Commissione parlamentare a visitare lo stabilimento produttivo di Spinetta Marengo per constatare di persona l’impegno nel rispetto dell’ambiente e del territorio, che concretamente significa investimenti importanti per progetti e interventi tecnologici di ripristino e miglioramento” 

il servizio di Dede Vinci e Andrea Guala

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X