Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Turismo e Ambiente

Legambiente: “Non ci arrendiamo al TAV Terzo Valico”

Pubblicato

il

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO CONGIUNTO DI LEGAMBIENTE OVADESE E LEGAMBIENTE VAL LEMME:

Prima la Regione Piemonte aveva stoppato il ricorso al Capo dello Stato di Legambiente e cittadini alessandrini, ora il TAR ha bloccato il ricorso di Pro Natura, Anpana e cittadini.

Legambiente lancia una sottoscrizione di solidarietà per pagare i 10 mila euro di spesa a cui i ricorrenti sono stati condannati dal TAR e per promuovere un controricorso al Consiglio di Stato.

Per l’annullamento della D.G.R. n. 9-1531 del 08.06.2015, con oggetto “L.r. 30/1999. Piano di reperimento dei materiali litoidi finalizzato alla realizzazione della Linea ferroviaria AV/AC Milano-Genova ‘Terzo Valico dei Giovi’. Aggiornamento del Piano di gestione dei materiali e del relativo Piano del Traffico di cui alla D.G.R 1-6863 dell’11 dicembre 2013” , Legambiente Vallemme e Progetto Ambiente Legambiente Ovadese e Valle Stura hanno presentato ricorso straordinario al Presidente della Repubblica il 5 novembre 2015.

A dicembre 2015 la Giunta della Regione Piemonte si opponeva, imponendo la discussione davanti al Tar Piemonte, anziché davanti al Capo dello Stato.

Legambiente Ovadese e Legambiente Vallemme, in accordo con i cittadini sottoscrittori del ricorso straordinario, scelsero di non adeguarsi alla imposizione della Regione, non perché fossero venute meno le ragioni del ricorso, anzi, ma piuttosto perché al Tar era, comunque, già presente un ricorso molto simile proposto da altre Associazioni.

Ricorso del quale apprendiamo oggi la sentenza.

Esprimiamo la nostra piena solidarietà alle Associazioni e ai cittadini coinvolti con il breve comunicato di cui sopra al quale seguiranno nel breve tempo iniziative concrete.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X