Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Torino

Valsusa, progetto di nuovi impianti di 10 ettari di vigneti eroici

Pubblicato

il

TORINO – I vini della Valle di Susa migliorano rispetto alle annate precedenti, e c’è un progetto, legato alle compensazioni per la Tav Torino-Lione, di altri 10 ettari di vigne.

Oggi la superficie vitata delle 6 aziende che aderiscono al Consorzio per la tutela e la valorizzazione Valsusa doc è di complessivi 18 ettari, le bottiglie di vini a denominazione circa 80 mila per vendemmia, e altre 30mila senza denominazione. 

Tra storici agriturismi, come Ca’ Seren di Giaglione, e nuovi ristoranti, ‘L’ Garbin di Chiomonte, il vino e la viticoltura impreziosiscono il paesaggio e l’offerta turistica di una valle in cerca di rilancio.

La zona di produzione del vino Valsusa doc comprende i comuni di Almese, Borgone di Susa, Bruzolo, Bussoleno, Caprie, Chianocco, Chiomonte, Condove, Exilles, Giaglione, Gravere, Mattie, Meana di Susa, Mompantero, Rubiana, San Didero, San Giorio di Susa, Susa, Villarfocchiardo. Il riconoscimento della doc Valsusa è del 1997 e i vini emblema sono l’Avanà e il Becquet (rossi) e il Baratuciat (unico bianco)

Viene definita “viticoltura eroica” per le pendenze fino al 30% tra i filari, e la siccità e gli assalti della fauna selvatica, cinghiali, cervi e caprioli, che costringono a recintare i vigneti per salvarli.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continua a leggere
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD
X