Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Sanità

Una giornata di campagna vaccinale pediatrica all’hub di Pontecurone

Pubblicato

il

Cartoni animati in programmazione sui maxischermo e – ancora – peluche, caramelle, regalini vari ed un “Attestato di coraggio” nella lotta al virus: è stata questa l’accoglienza pensata dai volontari dell’hub vaccinale comunale di Pontecurone per la sessantina di bambini che, ieri, tramite preadesione delle famiglie, si sono sottoposti alla prima inoculazione di vaccino anti-Covid.

La seconda dose: tra 21 giorni. E’ stata questa la prima vaccinazione pediatrica, nel Tortonese, all’interno di un hub che fa parte del distretto Asl Al ma che è interamente gestito da volontari: la squadra, coordinata dal pontecuronese Rino Feltri, è composta da cinque medici, sei infermieri professionali, quindici giovani laureati che si occupano di tutte le pratiche amministrative e di accettazione, oltre ad una decina di volontari che si prendono cura dell’accoglienza e delle prenotazioni. E poi ci sono gli uomini della Protezione Civile, che filtrano gli accessi e fanno sì che tutto scorra nel miglior modo possibile ancor prima che si varchi la soglia di Casa Scarsi, la cui sala polifunzionale è stata adibita a centro vaccinale fin dal giugno 2021. <<Da allora non ci siamo mai fermati – ricorda Rino Feltri -: i nostri volontari vengono, oltre che da Pontecurone, dai vicini comuni di Viguzzolo, Casei Gerola, Tortona>>. Ed un grazie immenso va a Raffaella Guagnini, pediatra di riferimento per la Bassa Valle Scrivia: grazie alla sua disponibilità si è potuta infatti realizzare questa giornata di campagna vaccinale rivolta alla fascia 5-11 anni. L’Asl Al ha fornito i vaccini e l’elenco dei piccoli utenti in piattaforma per la Bassa Valle Scrivia. I genitori hanno effettuato un’adesione in presenza, ritirando all’hub i moduli necessari e firmando il consenso: il giorno prima della vaccinazione dei loro figli sono stati contattati telefonicamente dai volontari, che hanno ricordato loro l’appuntamento. <<Quella dell’hub di Pontecurone è un’esperienza unica, di stimolo per tutti gli altri – plaude il sindaco Valentino D’Amico -: il lavoro di questa squadra così affiatata è incredibile e fa onore al nostro paese e a chi, prestando il proprio servizio in questo contesto, rischia di ammalarsi di Covid venendo statisticamente a contatto con persone che potrebbero avere il virus. Siamo grati a tutti questi volontari: una vera “unione che fa la forza”, mossa fin dall’inizio dall’intento solidale di dare un aiuto alla campagna vaccinale>>.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X