Entra in contatto con noi
Post AD

Sanità

Arriva in Piemonte la campagna per sensibilizzare sulla malattia di Crohn

Pubblicato

il

TORINO – La malattia di Crohn è una patologia infiammatoria cronica dell’intestino che colpisce poco meno di 100.000 persone in Italia, soprattutto tra i 20 e i 30 anni. I sintomi, dolori addominali, diarrea, fatica, perdita di peso o febbre, si manifestano in modo imprevedibile e influenzano la vita quotidiana di chi soffre di questa malattia, con importanti risvolti sulle loro relazioni personali, lavorative e sociali.

Per favorire l’informazione e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla malattia di Crohn e sulla complessità della condizione delle persone che ne soffrono è stata realizzata la campagna di comunicazione sociale “Aspettando Crohn. L’agenda impossibile”, patrocinata dalla Regione Piemonte, dall’associazione pazienti A.M.I.C.I. Onlus e dalla società scientifica IG-IBD (Italian Group for the study of Inflammatory Bowel Disease), e promossa da Janssen Italia.

La presentazione della campagna (venerdì 11 novembre alle 12, Torino Incontra Centro Congressi – Via Nino Costa 8) , che ha già fatto tappa in Lazio, Lombardia, Puglia e Sicilia e raggiunge ora anche il Piemonte, è l’occasione per discutere non solo dell’impatto di questa malattia, ma anche dell’accesso alle terapie innovative e della tutela dei pazienti.

Sono stati invitati a partecipare

  • Luigi Genesio Icardi, Assessore alla Sanità Regione Piemonte
  • Alessandro Stecco, Presidente IV Commissione Sanità Regione Piemonte

Interverranno

  • Marco Astegiano, struttura complessa Gastroenterologia A.O.U. “Città della Salute e della Scienza”, Torino
  • Roberto Tari, struttura complessa Gastroenterologia Azienda Ospedaliera Universitaria Maggiore della Carità, Novara
  • Marco Daperno, Membro del consiglio direttivo IG-IBD e gastroenterologo dell’A.O. Ordine Mauriziano, Torino
  • Silvio Falco, Direttore Generale A.O.U. “Città della Salute e della Scienza”, Torino
  • Salvo Leone, Direttore Generale AMICI Onlus
  • Simone Castagno, Presidente consorzio Unici – Unione Cinema
  • Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato Janssen Italia

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X