Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Sanità

Cse Sanità: ”Futuro nebuloso per dipendenti servizi Ipab Borsalino”

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – Riceviamo e pubblichiamo dal Coordinamento Territoriale Alessandria-Asti della Cse Sanità.

E’ un futuro molto nebuloso quello degli operatori dipendenti della Cooperativa Sociale Punto Service operanti presso l’appalto dei Servizi Alberghieri e Socio Assistenziali dell’Ipab Borsalino di Alessandria. 

A fine settembre 2022 il CDA dell’Ipab Borsalino ha deliberato, nel silenzio assordante senza informare i lavoratori e i propri Sindacati,l’apertura di un bando di affidamento in concessione mediante Project Financing di tutta la struttura di Corso Lamarmora.

Peccato che in tale bando non sia stata inserita la “Clausola Sociale” per i circa 90 dipendenti (OSS, Infermieri, Ausiliari, manutentori)della Cooperativa Sociale Punto Service nonostante sia prevista dall’articolo 50 del Codice degli Appalti(DLGS 50/2016) di conseguenza il vincitore della Procedura potrebbe anche non assumere ad eguali condizioni il personale dell’appalto.

CSE Sanità

Da subito la CSE SANITA’ ha provveduto ad attivarsi in ogni modo al fine di salvaguardare il futuro dei lavoratori dipendenti della Coop. Soc. Punto Service richiedendo un incontro al Sindaco di Alessandria dal sei ottobre (nota ad oggi rimasta inevasa), chiedendo formalmente un intervento al Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Barosinie, per il tramite del proprio studio legale, diffidando l’Ipab ed intimandole la sospensione e modifica di tale procedura (ad oggi non abbiamo avuto nessun riscontro) e prossimamente incontrando il Prefetto.

Commenta Gallo Stefania-Coordinatore Regionale CSE SANITA’” a causa del menefreghismo e della cattiva gestione della Politica e dei Dirigenti Pubblici ci potremo ritrovare a fine anno 90 persone senza posto di lavoro. Chiediamo alla Politica e al Presidente del CDA dell’IPAB Borsalino di sospendere e modificare immediatamente questo bando includendo la Clausola Sociale, in caso contrario saremo costretti ad attuare qualsiasi forma di protesta e di tutela”

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X