Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Sanità

Coronavirus, Piemonte: 2117 nuovi casi e 38 decessi

Pubblicato

il

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI

Oggi, venerdì 26 marzo, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2117 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 327 dopo test antigenico), pari al 6,6% dei 32.115tamponi eseguiti, di cui 18.135 antigenici. Dei 2117 nuovi casi, gli asintomatici sono 693 (32,7%).

I casi sono così ripartiti: 233 screening, 1212 contatti di caso, 672 con indagine in corso; per ambito: 34 RSA/Strutture Socio-Assistenziali, 138 scolastico, 1945 popolazione generale.

Il totale dei casi positivi diventa quindi 303.466 così suddivisi su base provinciale: 24.704 Alessandria, 14.592 Asti, 9.524 Biella, 42.601 Cuneo, 23.563 Novara, 162.108 Torino, 11.540 Vercelli, 11.185 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.347 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 2.302 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

I ricoverati in terapia intensiva sono 358 (+1rispetto a ieri).

I ricoverati non in terapia intensiva sono 3.759 (+82 rispetto a ieri).

Le persone in isolamento domiciliare sono 31.018

I tamponi diagnostici finora processati sono 3.623.157 (+32.115 rispetto a ieri), di cui 1.326.266risultati negativi.

I DECESSI DIVENTANO 10.131

Sono 38 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui verificatisi oggi (si ricorda che il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid).

Il totale è ora di 11.131 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1462 Alessandria, 628 Asti, 394 Biella, 1.214 Cuneo, 834 Novara, 4719 Torino, 455 Vercelli, 337 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 88 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

258.200 PAZIENTI GUARITI

I pazienti guariti sono complessivamente 258.200 (+2236 rispetto a ieri) così suddivisi su base provinciale: 21.789 Alessandria, 12.780 Asti, 8479 Biella, 35.144 Cuneo, 20.067 Novara, 137.135 Torino, 9.695 Vercelli, 9.934 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.207 extraregione e 1.970 in fase di definizione.

17.115 VACCINATI CONTRO IL COVID OGGI, COMPRESI 11.582 ULTRAOTTANTENNI.

Sono 17.115, tra cui 11.582 ultraottantenni, le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate oggi all’Unità di Crisi della Regione Piemonte. A 8.852 è stata somministrata la seconda dose.

Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 726.296 dosi (comprensive di un riallineamento di 3.503 vaccinazioni effettuate nei giorni scorsi), corrispondenti all’81% delle 896.870 finora disponibili per il Piemonte, incluse le 19.100 dosi di AstraZeneca consegnate ieri.
254.514 è invece il totale delle seconde dosi.

Sono intanto già oltre 400 le adesioni al bando per medici specializzandi lanciato dalla Regione dopo l’approvazione del Decreto Sostegni e la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Governo, Regioni e Associazioni dei medici in formazione specialistica.
Nel Decreto vi è però un punto controverso, che consente solo alla Gestione Commissariale di contrattualizzare gli specializzandi.
L’assessore alla Sanità della Regione Piemonte e coodinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Luigi Genesio Icardi, afferma: “Abbiamo lavorato per risolvere il problema, ottenendo la possibilità per le Asl di mettere subito a contratto i medici per 12 ore settimanali e chiedendo al Governo di sbloccare in tempi rapidi la situazione per le altre 28 ore settimanali. È fondamentale avere a disposizione gli specializzandi per la campagna di vaccinazione: le tante adesioni in poche ore sono una ottima notizia per la nostra sanità”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X