Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Politica

Fratelli d’Italia: “No all’occupazione dell’ex asilo Monserrato da parte di Non una di meno”

Pubblicato

il

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA NOTA DI FRATELLI D’ITALIA ALESSANDRIA

In seguito alla richiesta di vedere ufficialmente riconosciuta e tutelata l’occupazione abusiva che si protrae da anni da parte del gruppo “Non una di meno” – che pretende dall’amministrazione comunale di Alessandria una legittimazione della propria condotta illegale – il Gruppo Consiliare di Fratelli d’Italia ha scritto al Sindaco una lettera manifestando la propria preoccupazione.

Fratelli d’Italia ha un’altra idea per l’utilizzo dell’ex asilo del Monserrato.

“Nella nostra città molte associazioni di promozione sociale, regolarmente costituite e rispettose delle norme, attendono da anni un sostegno in termini di spazi fisici da parte delle pubbliche amministrazioni del territorio – scrivono Emanuele Locci, Fabrizio Priano e Maurizio Sciaudone al sindaco – per poter svolgere le loro attività a beneficio della comunità. L’idea di andare a regolarizzare prioritariamente chi ottiene tali spazi fisici violando la legge e che negli anni ha svolto e continua a svolgere attività fuori da ogni rispetto delle regole è qualcosa che una pubblica amministrazione non può permettersi di fare”.

Lega su ex Asilo Monserrato: “Non si premino le occupazioni abusive, Abonante destini quello spazio alle Associazioni”. Lunedì sera in consiglio comunale fari puntati anche sull’assessorato ancora vacante: ‘Bonus per Barosini?”

“Con tante realtà associative che svolgono importanti attività sociali e di volontariato sul territorio alessandrino, e che avrebbero necessità di una sede in cui operare, ci mancherebbe solo che uno dei primi atti del nuovo sindaco Abonante fosse premiare un’occupazione abusiva come quella dell’ex asilo del Monserrato”.

Così il gruppo consiliare della Lega al Comune di Alessandria, in attesa del primo consiglio comunale di lunedì sera, interviene sulla questione della richiesta da parte di “Non una di meno” di regolarizzare l’occupazione abusiva dello stabile nel centro storico della città.

“Se passasse la logica ‘del più forte’, e della sopraffazione, per cui è sufficiente appropriarsi di un immobile o di un bene pubblico per poi vederselo riconosciuto, si imboccherebbe una china pericolosissima, e speriamo che la nuova giunta di centro sinistra, su questo fronte, voglia lanciare invece alla nostra comunità un messaggio di legalità, e di rispetto delle regole.  Non vogliamo qui dare indicazioni a favore di questa o quella associazione, anche perché ne esistono diverse assolutamente meritevoli, e bisognose di una sede in cui operare, e svolgere la propria attività: ma l’amministrazione Abonante cerchi di partire con il piede giusto, e ascoltando gli alessandrini”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X