Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Politica

Novi Ligure, i temi affrontati nell’ultimo Consiglio Comunale

Pubblicato

il

NOVI LIGURE – Tra gli ordini del giorno la manutenzione della città, la sicurezza ambientale in merito al Terzo Valico e la situazione del reparto ortopedia dell’Ospedale.

Si è tenuto ieri, lunedì 14 ottobre, presso la sala conferenze della Biblioteca Civica, la prima seduta consiliare con il nuovo Segretario Generale, il Dr. Pier Giorgio Cabella.

Tra i primi ordini del giorno discussi, l’approvazione del Bilancio Consolidato 2018, una fotografia della situazione complessiva del “gruppo
comune” dal punto di vista finanziario, economico e patrimoniale.
Unici due voti contrari, quello del consigliere del M5S Lucia Zippo, che ha parlato di scarsa chiarezza e trasparenza dei dati contenuti nel documento, e quello del consigliere Marco Bertoli, il quale ha motivato il voto contrario come atteggiamento coerente alla posizione presa lo scorso anno.


Approvata con 11 voti favorevoli e 5 astensioni, la decima variazione di bilancio che consente di stanziare risorse per la manutenzione della città. Con la variazione, 130 mila euro provenienti dai finanziamenti del decreto crescita saranno utilizzati per il ripristino delle mura storiche, 50 mila euro provenienti dall’avanzo d’amministrazione per l’installazione di dissuasori anti piccioni nel cimitero cittadino e 8 mila euro (risparmi per cantieri di lavoro già eseguiti) per la derattizzazione nelle scuole. L’astensione al voto è arrivata dal gruppo Democratici per Novi che, pur condividendo nel merito il provvedimento, ha evidenziato come attualmente non siano ancora stati utilizzati circa 500 mila euro dell’avanzo di amministrazione disponibile.


Annunciati i nomi dei due Consiglieri designati alla Consulta per la Sanità, Cristina Sabbadin e Luca Patelli. Il Sindaco ha inoltre indicato i nomi degli altri componenti, la cui nomina verrà ufficializzata nella prossima riunione della Giunta comunale. Oltre ai due Consiglieri a alla Presidente Francesca Chessa (delegata dal Sindaco) la Consulta sarà composta da: Davide Saccone (medico di medicina generale), Raffaella Di Comite (neuropsichiatra infantile), Ennio Mantellini (primario ospedale Borsalino, che assumerà il ruolo di coordinatore), Roberto Tacchino (medico del 118), Giacomo Pucci (fisioterapista), Maria Ragusa (infermiera all’Ospedale di Novi), Paola Arona (direttrice laboratorio analisi di
Novi), Francesco Giordano (carabiniere in pensione), Gian Andrea Valletta (farmacista), Luciana Negri (direttrice Csp).

Approvato all’unanimità il rinnovo della convenzione tra i Comuni di Novi Ligure e quelli limitrofi per l’utilizzo in forma associata della Commissione locale per il paesaggio.

Successivamente si è passati alla mozione, presentata nella scorsa seduta da Lucia Zippo, sulla sicurezza ambientale in relazione alla realizzazione del Terzo Valico dei Giovi . La Capogruppo del M5S, dopo l’incontro con i rappresentanti dell’Osservatorio Ambientale nella seduta di Commissione del 10 ottobre, ha ribadito i suoi dubbi sul reperimento di dati ambientali chiari e comprensibili riconfermando, quindi, la presentazione del documento nel testo originale.
La mozione è stata respinta con 7 voti contrari (Lega), 2 favorevoli (i Consiglieri Zippo e Saracino) e 7 astensioni (Democratici per Novi e i Consiglieri Chessa e Poletto). “Un voto favorevole del nostro gruppo – ha spiegato Bertolipotrebbe essere interpretato come una mancanza di fiducia nei confronti degli organi preposti al controllo ambientale”. Rocchino Muliere, a nome dei Democratici, pur condividendo l’esigenza di un maggior controllo e trasparenza sulla materia, ha motivato l’astensione per le considerazioni espresse nella premessa della mozione che definiscono il Terzo Valico come opera inutile e dannosa.

Dopo una lieve modifica del testo, è stata approvata all’unanimità la mozione per la riapertura dei bagni pubblici presentata dai Democratici per Novi che impegna il Sindaco e la Giunta a trovare le soluzioni necessarie a rendere fruibile in tempi brevi una struttura adeguata nel centro cittadino.

In chiusura, la Consigliera Chessa e il Sindaco Cabella hanno risposto
all’interpellanza sulla situazione del reparto di ortopedia dell’Ospedale di Novi, evidenziando le varie iniziative messe in atto dall’Azienda sanitaria per affrontare il problema della carenza di personale divenuta ormai cronica per effetto di una mancata programmazione a livello nazionale. Il Consigliere Muliere, dichiaratosi insoddisfatto a livello politico delle argomentazioni portate dall’Amministrazione comunale, ha auspicato che insieme al Commissario dell’Asl di prossima nomina si trovino presto le soluzioni per evitare il ridimensionamento dell’Ospedale San Giacomo, presidio fondamentale per l’intero territorio novese, già considerato
strategico nel piano di riorganizzazione della rete ospedaliera regionale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X