Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Genova

Oltre 1.800 iscritti alla “Mare e Monti”

Pubblicato

il

ARENZANO – La 35^ edizione della storica marcia della cittadina ligure, ha richiamato partecipanti da tutto il Mondo.

La locandina della “Mare e monti 2019”

Sono arrivati in 1.800 da Germania, Taiwan, Corea del Sud, Olanda, Belgio, Spagna, Norvegia per partecipare alla 35^ edizione della marcia non competitiva, a passo libero “Mare e monti” di Arenzano.

Ogni anno, il secondo week-end di settembre, migliaia di persone appassionate di walking, si incontrano sui percorsi della Marcia per vivere l’emozione di camminare insieme tra cielo, monti e mare sui sentieri che dalla costa si snodano fino al Parco del Beigua.
I tracciati di montagna, di diverse lunghezze per soddisfare tutte le esigenze (10 – 15 – 20 km) partono dalla costa per arrivare fino all’Alta Via dei Monti Liguri, con panorami incredibili sul mare e sull’arco alpino, nel luogo dove è minima la distanza tra l’Appennino ligure e la costa . Chi non ama i grandi dislivelli, ma desidera partecipare e vivere questa esperienza, trova una valida alternativa nei percorsi della “Riviera del Beigua” che, dal paese e lungo la passeggiata “Fabrizio De Andre’, costeggiano il mare tra scogliere e macchia mediterranea ed arrivano ai centri di Cogoleto e Varazze.
Durante queste giornate la cittadina si anima inoltre di iniziative collaterali all’evento che accrescono l’allegria e favoriscono l’amicizia tra i partecipanti provenienti dai paesi più diversi , all’insegna dello slogan “Ci unisca il camminare!”. Sul lungomare ed in via Bocca, è stato tutto un pullulare di bancarelle con degustazione di goulash ungherese, preparato dalla delegazione di Tata città gemellata con Arenzano.

La maggioranza dei partecipanti ha scelto quest’anno il percorso A, quello di 20 km. con massimo dislivello (1.183 m.) con parenza da Villa Figoli ,transitando per il Curlo, il Passo della Gava, il monte Reixa, il passo Vaccaria per ritornare poi ad Arenzano dove ad attendere i camminatori c’erano le mitiche trenette al pesto preparate e servite dagli Alpini.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X