Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Economia

Ex Ilva: dopo Roma, rimane la preoccupazione

Pubblicato

il

A Roma, alla manifestazione dei lavoratori ex Ilva, anche 5 pullman da Genova e Novi. In serata, però, la sorpresa. È stato negato dalla magistratura l’uso dell’altoforno 2 nello stabilimento di Taranto che doveva fare ulteriori lavori di sicurezza. Per questo motivo è stata proclamata una cassa integrazione straordinaria per 3500 dipendenti dello stabilimento pugliese.

Al fianco dei novesi c’era il Sindaco Gian Paolo Cabella, che ha sfilato con la fascia tricolore.

La segretaria generale della Fiom-Cgil, Francesca Re David, ha dichiarato che l’adesione allo sciopero negli stabilimenti ArcelorMittal è stata molto alta: a Taranto 90%, a Genova e Novi Ligure 80%, a Racconigi 100%, adesione al 100% anche a Padova e Marghera.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X