Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Economia

Rapporto Nord Ovest: in edicola domani in Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta

Pubblicato

il

La sfida per la mobilità green e l’accelerazione per lo sviluppo delle tecnologie basate sull’utilizzo dell’idrogeno (fuel cells e motori ibridi endotermici) e della rete di distribuzione è il focus di apertura del prossimo numero del Rapporto Nord Ovest del Sole 24 Ore in edicola venerdì 28 gennaio in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Fonte: www.ilsole24ore.com

I big player dell’industria, da Iveco Group a Avio Aero, da Punch a Thales Alenia Space, sono in campo con sperimentazioni e prototipi per sfruttare il vantaggio competitivo che nel trasporto pesante a medio e lungo raggio l’idrogeno ha sulle batterie elettriche.

Quest’anno – spiega il Rapporto Nord Ovest del Sole 24 Ore – inizierà in tre paesi europei una sperimentazione su una flotta di 12 mezzi a idrogeno, a marchio Iveco, che saranno testati da operatori della grande distribuzione.

La Regione Piemonte sta lavorando al progetto di Hydrogen Valley da 350 milioni per concorrere a risorse del Pnrr ­– che stanzia 3,5 mld sull’idrogeno – e sostenere lo sviluppo di filiere locali.

Il Rapporto Nord Ovest si sposta poi in Liguria dove il Rina ha stretto una partnership con Snam sulla decarbonizzazione. Un’intesa che si sviluppa sul tema degli asset per il trasporto dell’idrogeno. Sono al lavoro per certificare la compatibilità della rete Snam al trasporto dell’idrogeno via tubo, con prove in laboratorio, e sul campo che hanno dato finora esiti positivi.

La collaborazione tra Snam e Rina si è poi estesa all’acciaio, al trasporto ferroviario alle ceramiche e al vetro. Ma l’azienda genovese – si legge sul Rapporto del Sole 24 Ore – sta anche progettando gruppi elettrogeni temporanei alimentati a idrogeno per fornire energia green a eventi, concerti, cantieri, set cinematografici.

Sullo stesso numero anche la denuncia dei pastai piemontesi sulla fiammata del prezzo del grano e il caro energia che rischiano di mettere in ginocchio il comparto.

A lanciare il grido d’allarme sulle pagine del Rapporto Nord Ovest di venerdì 28 gennaio è Fabio Fontaneto, amministratore delegato del raviolificio Fontaneto di Novara: «Il 2021 – spiega – siamo riusciti a chiuderlo ancora decorosamente. Per il 2022, prevedo che i margini saranno più che dimezzati».

Tra i produttori di pasta fresca liguri, Paolo Cavassa, alla guida del Pastificio Novella di Sori (Genova), confida al Rapporto del Sole 24 Ore la sua preoccupazione: «Siamo entrati davvero in una tempesta perfetta: dalla fine dell’estate a oggi abbiamo subito, per ciascuna delle materie che servono a fare la pasta e a imballarla, dai due ai tre aumenti di prezzo».

Tra le case history locali di successo del Rapporto in edicola venerdì 28 gennaio anche i casi aziendali di Racing Force, azienda di Ronco Scrivia in provincia di Genova, ai vertici mondiali nella produzione di equipaggiamenti di sicurezza per i motorsport (tra cui cinture di sicurezza e tute ignifughe per Formula 1, Formula E e rally) è fresca di quotazione in Borsa e punta su nuove acquisizioni, per le quali intende impegnare circa 10 milioni.

Ha inoltre sul tavolo un progetto per affacciarsi nel settore della difesa con un prodotto di nicchia: un sistema di protezione della testa indirizzato alle forze di polizia.

E il caso della realtà virtuale e aumentata che si imbarca anche nella formazione di chi lavora in mare. Ett e BCService hanno presentato (e sperimentato con due gruppi di allievi) presso l’Accademia della Marina mercantile di Genova, la multipiattaforma Step (Smart education platform), con visori per calarsi in situazioni di emergenza sulle navi e bracciali per effettuare virtualmente le manovre di ammaino delle scialuppe di salvataggio, calandole in mare, come si farebbe davvero a bordo.

Its Turismo: il debutto è fissato a marzo

L’Istituto tecnico superiore Its Turismo Liguria “Academy of tourism, culture and hospitality” con sede a Santa Margherita, il primo Its nella regione dedicato al settore, avvierà ufficialmente l’attività con l’inizio dei primi due corsi post diploma: “Tecnico superiore per la promozione e il marketing delle filiere turistiche e delle attività culturali mediante le nuove tecnologie digitali e i social network” e “Tecnico superiore della ristorazione e di cucina per l’hotellerie 4.0” di durata biennale (1.600 ore, di cui 800 in azienda), rivolti ciascuno a 25 allievi. Tra i soci hotel e università: stage in azienda per garantire l’affaccio al lavoro.

Musei d’impresa

Comunicare attraverso la storia industriale e l’héritage di imprese e società storiche. Si tratta di una tendenza che prende piede come dimostra l’hub da poco inaugurato da Italgas a Torino.

«Le aziende, anche le piccole, vogliono comunicare attraverso la loro storia industriale, senza timore di commistioni con l’arte contemporanea, creando luoghi di produzione culturale» racconta al Rapporto Nord Ovest di venerdì 28 gennaio Domenico Papa, direttore artistico di Art Site Fest.

In Liguria spicca il Museo dell’olivo realizzato dall’azienda Fratelli Carli di Imperia. Allestito in una palazzina liberty che fu sede dell’impresa negli anni ’30, lo spazio espositivo raggruppa 18 sale, 650 reperti tra lucerne, lumi ad olio, vasi, ampolle e oliere oltre a una ricca biblioteca.

Il reperto più prezioso della collezione è una lekythos-oinochoe corinzia, ossia un piccolo vaso in terracotta verniciata, che conteneva oli e unguenti profumati, realizzata tra il 550 e il 525 avanti Cristo.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X