Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Eventi e manifestazioni

Arriva Halloween: pensieri in libertà su una ricorrenza dove tutto è permesso

Pubblicato

il

È questa la notte di Halloween, approdata diversi anni fa anche nel nostro paese. Una festa pagana improntata sul divertimento e sul consumismo, che niente ha a che fare con le nostre tradizioni.

Il servizio andato in onda nel nostro TG

Che ci azzecca Halloween con il nostro Paese, si potrebbe rispondere proprio niente, ma si sa che gli italiani quando c’è da far festa e quando c’è da importare qualcosa dall’estero, non perdono mai occasione.

Ed ecco che da diversi anni a questa parte il 31 ottobre anche qui da noi i morti viventi si vestono anche col tricolore.

Nulla a che vedere con la tradizione prima irlandese, poi anglosassone e infine americana, perché questa sera, nessun bambino mostruosamente mascherato, c’è da esserne certi, busserà alle nostre porte per ricevere il classico dolcetto o scherzetto, ma in compenso, in giro, ci saranno orde di giovani che si smisteranno tra feste in casa e in discoteca, in quanto l’Halloween italiano, diciamolo è fatto su misura solo per loro.

Ricorrenza del commercio e del business, qui da noi non è stata ancora fatta nessuna stima, ma negli Usa, i preparativi per la notte del 31 ottobre muovono qualcosa come 3,3 miliardi di dollari.

Sarebbe però interessante se in Italia, questa sera milioni di italiani si armassero delle tradizionali zucche per andare a consegnare a chi sta al vertice dei vari poteri, economici, politici e imprenditoriali, un bigliettino a loro scelta. Questi personaggi da mille e una notte, potrebbero leggere frasi scritte senza peli sulla lingua da parte di  chi quotidianamente si guadagna a malapena la pagnotta e magari dopo, farci qualche riflessione, per capire, forse, che non c’è trick or treat, ovvero dolcetto o scherzetto che regga, in un Paese fra i più belli del mondo, oggi offeso da tante ingiustizie, da tanto menefreghismo, protagonismo, leggerezza di pensiero e da mostri che si aggirano pericolosamente, ahinoi, 365 giorni all’anno e non solo la notte del 31 ottobre.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continua a leggere
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD
X