Entra in contatto con noi

Eventi e manifestazioni

Alessandria, sabato 17 settembre la proiezione di “Tyrrell P34”, docu-film sulla monoposto a 6 ruote in F1

Pubblicato

il

ALESSANDRIA – È Alessandria il luogo scelto per il “vernissage” del docufilm che ChronoGP ha realizzato su un’icona del mondo del motorsport e della Formula 1 in particolare, la Tyrrell P34, l’unica monoposto a 6 ruote ad aver vinto un gran premio: l’appuntamento sabato 17 settembre alle 21,30 al cinema teatro “Alessandrino”. Fabiano Vandone è l’anima di questo progetto con la tecnologia CGI 3D diventata ormai uno dei pezzi forti del mondo delle quattro ruote in video.

Il lavoro realizzato dal team di ChronoGP – il programma settimanale di Formula 1 che è diventato il magazine di riferimento per tutti gli appassionati – lo spiega proprio Vandone: “Oltre un’ora interamente dedicata alla Tyrrell P34 del 1976. A monte c’è stata una ricerca storica durata quasi due anni grazie alla quale si potrà ammirare prima di tutto la modellazione in 3D della monoposto”.

Per arrivare a produrre questo docufilm e renderlo davvero accattivante e ricco di interesse c’è anche l’intervista al progettista della P34 Derek Gardner: “Non solo – aggiunge Vandone – ma siamo riusciti a contattare anche ex piloti Tyrrell del calibro di Jackie Stewart o Jody Scheckter (il sudafricano ha conquistato l’unica vittoria della P34 in Svezia ad Anderstorp nel ’76) le cui interviste, insieme a innumerevoli immagini e filmati d’archivio reperiti in giro per il mondo, hanno arricchito di contenuti il lavoro”.

Dietro ogni sigla che contraddistingue una vettura di Formula 1 c’è una storia da raccontare e il “Project 34” – ovvero il nome per esteso dell’acronimo P34 – non è da meno. Ken Tyrrell, il fondatore del team, era una persona molto parsimoniosa: Gardner lo convinse, non senza fatica, a investire 34 mila sterline in un progetto che se da un lato sembrava una scommessa dall’altro si è rivelato uno dei più arditi e interessanti dell’intera storia della massima formula. Da lì la sigla “P34”.

Fabiano Vandone ha curato tutta la realizzazione del docufilm e l’approfondita analisi tecnica della monoposto partendo dal lavoro di restauro effettuato da un appassionato collezionista: “Una realizzazione a dir poco meticolosa e lo si capirà bene guardando il docufilm – sottolinea Vandone -: il risultato è quello di un’auto che farà strabuzzare gli occhi sia agli esperti che agli appassionati”.

A metà degli anni ’70 la Formula 1 era molto diversa da quella attuale: i regolamenti erano molto meno vincolanti e i progettisti potevano sbizzarrirsi in soluzioni tecniche ardite come lo è stata la Tyrrell a 6 ruote. Infine, cosa non meno importante, ci sarà un grande regalo per tutti gli appassionati di motori: proprio “quella” P34, vincitrice in Svezia nel ’76 con Scheckter, sarà esposta il giorno della proiezione davanti all’ingresso dell’Alessandrino.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X