Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cultura

Concerto all’alba ad Avolasca

Pubblicato

il

AVOLASCA – Rapiti dalla bellezza della musica e del sorgere del sole: è successo questa mattina, all’alba, ad Avolasca, quando a partire dalle 6 un’energia nuova ha riempito il parco della chiesa di San Nicola di Bari.

In questa incantevole location, che domina le valli Curone e Scrivia, si è tenuto un concerto unico intitolato “L’Alba Separa dalla Luce l’Ombra”. L’idea è stata dei musicisti Enzo Consogno ed Emanuele Semino: pianista e direttore d’orchestra il primo (che ha curato anche la direzione artistica di quest’evento), tenore il secondo, i due artisti hanno scelto di dar vita ad una sinergia tra i concetti di bello, di etica e di rispetto, offrendo al pubblico un concerto pop  che abbia al centro, come filo conduttore, tematiche legate al Creato.

Una ventina gli elementi (dagli 8 ai 30 anni) che si sono esibiti: sul palco una parte degli allievi delle “Officine Paolo Perduca” di Tortona ed artisti locali.

“Siamo partiti con l’Inno d’Italia – racconta il maestro Enzo Consognoe ci siamo poi fatti trasportare dal soffio di queste terre a me moto care dal punto di vista affettivo. Lo stesso titolo della manifestazione rende omaggio alla romanza di Francesco Paolo Tosti su testo di Gabriele D’Annunzio. Abbiamo fatto un viaggio bellissimo: siamo stati irradiati da una nuova luce, all’insegna della cultura e dell’arte”.

Fondamentale il supporto logistico, fornito dall’Amministrazione comunale e dalla Pro loco di Avolasca: “Una grande emozione – commenta il sindaco Michele Gragnolati -: questo concerto ci ha messo davanti ad una bella prova, poiché abbiamo dovuto attenerci scrupolosamente alle misure anti-Covid19, ma siamo entusiasti del fatto di aver potuto vivere un evento del genere. Stupendo lo scenario, in un’area recuperata grazie alla collaborazione con la parrocchia ed il suo parroco Gianni Del Pero ed ai volontari che da sempre si rendono disponibili a lavorare in squadra con il Comune per il bene del proprio paese”.

La manifestazione era gratuita, con la possibilità di fare un’offerta per la chiesa.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continua a leggere
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD
X