Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

L’Italia rischia il lockdown nei fine settimana, domenica V-day over 80 in Piemonte

Pubblicato

il

Mentre è atteso per questa sera il voto di fiducia al premier Mario Draghi che, questa mattina, nel suo discorso al Senato, ha sottolineato come il governo “farà le riforme ma affronterà anche l’emergenza”, circa un quinto delle 107 province italiane mostra di avere una tendenza alla crescita del numero di nuovi casi al giorno di positivi al SarsCov-2 nelle ultime tre settimane.

Da un lato i virologi fanno pressing sul governo affinché vari una nuova stretta anti-varianti Covid – con il ministero della Salute che sta valutando di tingere l’Italia di rosso nei giorni festivi e prefestivi, dall’altro ci sono 4 comuni lombardi (fra cui Mede, quasi al confine con il Piemonte) che da oggi alle 18 saranno in zona rossa, a causa dell’insorgere di cluster di contagio legati alla diffusione di varianti del virus: lo ha stabilito con un’ordinanza il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, in cui dispone che le attività scolastiche e didattiche di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie nei comuni interessati si svolgano esclusivamente con modalità a distanza.

“Tale sospensione – viene aggiunto in una nota – riguarda anche asili nidi e scuole materne”. Intanto nel vicino Piemonte prenderà il via, domenica 21 febbraio, il V-day per gli over 80, mentre da ieri sono state somministrate le prime dosi alle Forze dell’Ordine. In provincia di Alessandria sono arrivate altre forniture di vaccini Moderna e Astrazeneca e, oltre ai sette ambulatori nei centri zona dell’Alessandrino, l’Asl Al ha già predisposto un potenziamento di una decina di altri punti che verranno comunicati a breve e raggiungeranno le zone più periferiche della provincia.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Post AD
X