Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Torino: Il cane Evan scova la droga nel doppio fondo di un cassetto

Pubblicato

il

TORINO – Quando i poliziotti del commissariato Mirafiori non trovano nulla in casa, in un appartamento di via De Maistre, non sono ancora convinti. Lui, italiano con precedenti di polizia, aveva destato molto più di un sospetto. Gli appostamenti continuavano già da qualche giorno e le indagini portavano a quell’appartamento. Durante la perquisizione, però, non c’è traccia di stupefacente. L’atteggiamento del proprietario di casa, però, non convince: nervoso, sempre più agitato, soprattutto mentre gli agenti controllano lo sgabuzzino.

Qui, ad aiutare i poliziotti, interviene il cane Evan, cinofilo antidroga, giovane pastore belga Malinois, “neo assunto” in Questura a Torino. Il cane in pochi secondi punta una cassettiera, proprio dentro lo sgabuzzino. Nel doppio fondo dell’ultimo cassetto, erano nascosti 200 grammi tra hashish e marijuana. Per il reo, scattano le manette per il reato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Torino: Ruba i cellulari a due corrieri. Arrestato dagli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia

Mentre i due dipendenti della società di logistica stavano facendo una consegna, un trentaquattrenne cittadino marocchino ha pensato di introdursi nel furgone e rubagli i cellulari. Il fatto è avvenuto in corso Regina angolo via Genè. Le due vittime, però, terminata la consegna e ritornati al furgone hanno visto il ladro scendere dal mezzo con i loro cellulari e un carica batterie. A questo punto hanno fermato il trentaquattrenne il quale, non solo di è divincolato, ma ha anche morso uno dei due corrieri. Di qui ne è nata una colluttazione che ha coinvolto, i tre i quali sono rovinati a terra. Questa è stata poi la scena che gli agenti del Commissariato Dora Vanchiglia si sono trovati difronte prima di arrestare per rapina il trentaquattrenne straniero.

Rivoli: Furto con “scatto”. Arrestati gli autori dopo essere stati immortalati in una foto

Non proprio una foto ricordo quella che ha immortalato due italiani di 60 e 47 anni arrestati poi dagli agenti del Commissariato di Rivoli in quanto autori di furto.

Nel pomeriggio di martedì, tre persone vengono viste entrare, dopo aver forzato la recinzione, in una struttura abbandonata. Poco dopo vengono fuori e caricano nel bagagliaio dell’auto alcuni oggetti. Un testimone avvisa la Polizia e scatta foto dei tre e della loro auto. Gli agenti, acquisite le immagini, si mettono sulle tracce dei rei ritrovando l’auto nei pressi della struttura in questione, all’interno della quale trovano poi il sessantenne e il quarantasettenne. Nell’auto, i poliziotti trovano poi diversi arnesi atti allo scasso

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X