Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Terme Acqui, Lucchini: “È triste vedere sfruttare un’associazione per fini politici”

Pubblicato

il

ACQUI TERME – L e parole del sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, in merito alla crisi delle terme e sul ruolo dell’ANCOT, l’associazione italiana per valorizzare i diversi comuni termali.

Coronavirus Acqui Terme

Per noi le terme rimangono un settore strategico, ma in questi cinque anni ci siamo visti costretti a immaginare in modo diverso il turismo e a produrre nuove offerte a causa di un monopolio privato che ha creato uno stallo economico in città, stallo dovuto soprattutto alla mancanza di paletti durante la vendita delle quote da parte della Regione Piemonte. Sarebbe stato auspicabile che chi aveva un ruolo come vicesindaco e assessore al Bilancio, all’epoca della cessione delle quote, fosse maggiormente attento e, per puntualizzare, vorrei ricordare solo il tono entusiasta con cui l’ex Sindaco aveva accolto la notizia della vendita all’attuale proprietario delle Terme. 

Noi lavoriamo per individuare soluzioni a questo pasticcio, cercando di superare l’attuale monopolio privato, e ai tavoli ci confrontiamo con le istituzioni e con le autorità proprio per comprendere quali possano essere le strategie adeguate per fronteggiare la crisi del termalismo acquese.   

Franca Roso è presidente di ANCOT, l’associazione italiana per valorizzare i diversi comuni termali, e da tali associazioni ci si aspetta questa azione. 

ANCOT, di cui il Comune di Acqui Terme fa ancora parte, nel 2018 ha prima concesso e poi ritirato ingiustificatamente il suo patrocinio al Meeting Internazionale sul Termalismo che si svolse presso Villa Ottolenghi ad Acqui Terme, uno dei più importanti convegni del settore che ha avuto luogo sul territorio negli ultimi vent’anni. L’unico compito era quello di rilanciare e promuovere il termalismo, ma per questioni politiche si preferì venir meno agli obiettivi stessi dell’associazione. Ecco, se Franca Roso desidera lavorare per la città (e non contro), l’associazione ANCOT deve riguadagnare una fiducia pesantemente minata da personalismi e ragionamenti politici di minimo cabotaggio, che stiamo rivedendo in azione per mero gioco elettorale.  

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X