Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Sversamento Scrivia: interruzione intermittente dell’acqua a Novi Ligure e Pozzolo Formigaro

Pubblicato

il

TORTONA – AGGIORNAMENTO 31/10/2022 ore 19.00

Il Gruppo Acos comunica che a seguito delle analisi si attesta un netto miglioramento delle condizioni del torrente Scrivia.

Confermando che tutta l’acqua erogata dal servizio del Gruppo Acos risulta con piene caratteristiche di potabilità, a scopo cautelativo è stato deciso di non aprire ancora gli emungimenti dal canale alimentante i pozzi di Bettole di Novi Ligure.

Per i soli Comuni di Novi Ligure e Pozzolo Formigaro si renderà quindi necessario ricorre ad una fornitura discontinua che privilegerà l’orario diurno.

A partire dalle ore 22.00 verrà sospesa l’erogazione dalla centrale di Bettole fino alle 7.00 per consentire il dovuto accumulo. La stessa verrà mantenuta fino alle ore 9.30 e nuovamente sospesa fino alle 11.30.
Dalla ripresa verrà mantenuta fino alle ore 14.30. seguiranno nuovi aggiornamenti per gli orari.

Saranno quindi possibili fenomeni di abbassamento di pressione con torbidità alla ripresa del servizio.

Verranno resi disponibili alla distribuzione dei sacchetti di acqua potabile ad uso sostitutivo.

***

Dopo lo sversamento di vernice nel torrente Scrivia avvenuto ieri, domenica 30 ottobre, il Comune di Tortona rassicura i cittadini in merito all’uso dell’acqua potabile:

Attualmente la macchia contaminata non ha ancora raggiunto Tortona, a causa della scarsità di acqua del torrente. In ogni caso, l’acqua erogata in città non è contaminata e puó essere utilizzata. Resta la possibilità di abbassamenti della pressione quando le prese per i prelievi saranno chiuse per far scorrere la macchia contaminata. Gli esiti delle prime analisi effettuate da Arpa e Gestione Acqua non indicano al momento una conclamata tossicità della sostanza sversata, che risulta un inquinante di livello 1″.

Questa mattina, lunedì 31 ottobre, i tecnici di Arpa hanno effettuato un sopralluogo che ha evidenziato che “visivamente la situazione del Torrente Scrivia nella zona di Serravalle Scrivia è in progressivo miglioramento. La colorazione biancastra assunta dall’acqua nei giorni scorsi è infatti in attenuazione”. 

“A valle del ponte di Villalvernia non si rilevano evidenze visive di contaminazione, mentre a valle del ponte di Cassano Spinola si riscontrano le ultime tracce di colorazione biancastra” – continua Arpa

“Le prime analisi chimiche effettuate sui campioni di acqua superficiale prelevati nella tarda serata di sabato 29 ottobre (giorno dell’incidente) e domenica mattina nel tratto del Torrente subito a monte della presa dell’acquedotto che serve la città di Novi Ligure hanno restituito concentrazioni di solventi BTEX (benzene, toluene, etilbenzene e xilene) e solventi clorurati inferiori a 0,5 microgrammi/l (limite di quantificazione del metodo). Solo nel campione prelevato nella serata del 29 ottobre è stata riscontrata la presenza di 1,2,4-trimetilbenzene in concentrazione pari a 0,6 microgrammi/l e di alcuni altri solventi in tracce di (etanolo, acetone e n-butanolo).  Entrambi i campioni presentano pH debolmente basico (intorno a 8), conducibilità dell’ordine di 500 µS/cm e COD, letteralmente “domanda chimica di ossigeno”, comunemente utilizzato per la misura indiretta del tenore di sostanze organiche presenti in acqua, basso (inferiore a 15 mg/l).  Sono in corso le analisi dei campioni prelevati nel pomeriggio di ieri e stamane”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X