Entra in contatto con noi

Cronaca

Torino ricorda Stefano Leo a un anno dalla morte

Pubblicato

il

TORINO – A un anno esatto dalla morte, i genitori e gli amici ricorderanno domenica pomeriggio Stefano Leo, il 33enne di Biella ucciso mentre il 23 febbraio dello scorso anno vicino ai Murazzi a Torino, si stava recando al lavoro.

Il luogo in cui avvenne l’omicidio

La cerimonia, che inizierà alle ore 16 in Lungo Po Cadorna, all’altezza di Corso San Maurizio, prevede l’inaugurazione del ciliegio giapponese che è stato piantato per ricordare la figura della vittima. Subito dopo sarà completato un murales e alle 18, al The Beach, ci sarà un aperitivo musicale con la partecipazione di alcuni gruppi emergenti che il 33enne era solito ascoltare.

Nel corso dell’evento è anche previsto un discorso del padre di Stefano Leo, che si batte per una giustizia equa, lamentando di non avere mai ricevuto una parola di scuse da parte dell’omicida, il 27enne di origine marocchina, Said Mechaquat, il quale una volta braccato aveva dichiarato di aver ucciso una persona a caso, perché arrabbiato per la sua situazione privata.

Leo venne assassinato con una coltellata alla gola, mentre a piedi stava per raggiungere il negozio nel quale lavorava come commesso.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

X