Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Spezia, chiuse le indagini per l’accoltellamento di Viale Italia

Pubblicato

il

LA SPEZIA – La Polizia di Stato chiude le indagini per l’accoltellamento di Viale Italia avvenuto lo scorso 17 agosto.

Polizia di Stato
Foto repertorio Polizia di Stato

All’esito di un’intensa attività investigativa condotta senza sosta dal 17 agosto scorso, quando alle ore 6.30 del mattino le Volanti intervenivano poco lontano dalla Questura, in viale Italia, per un litigio in strada che lasciava a terra un giovane nordafricano accoltellato al gluteo, la Squadra Mobile spezzina ha identificato e deferito tutti i responsabili.

La puntuale ricostruzione della dinamica dei fatti ha consentito di accertare che la vittima, un 31enne marocchino irregolare sul TN, durante la notte, mentre si trovava all’interno dell’appartamento in cui abitava in questo viale Italia poco distante dal luogo dell’aggressione, aveva avuto una vivace discussione con un suo coinquilino, apparentemente per motivi legati alla convivenza. Uscito dall’immobile per fumarsi una sigaretta, mentre raccontava ad un amico della lite poco prima avvenuta in abitazione, notava alcune persone conosciute solo di vista, dirigersi verso di lui con fare minaccioso.  Impaurito, dapprima tentava di reagire poi, fuggito in direzione del Mc Donald’s,  veniva raggiunto e colpito al gluteo con un grosso coltello, perdendo i sensi.

La meticolosa attività d’indagine ha accertato che a fronteggiarsi erano stati due gruppi di nordafricani particolarmente aggressivi: da una parte il cittadino marocchino, che prima di essere accoltellato si era armato di sassi e l’amico, connazionale, che nell’occasione brandiva un martello; dall’altra, almeno due cittadini tunisini, uno 38enne possessore del coltello poi utilizzato per procurare le lesioni al gluteo e uno 31 enne, entrambi irregolari sul TN.

Tre stranieri sono stati indagati in stato di libertà per rissa aggravata dalle lesioni e chi ha sferrato i fendenti è stato denunciato anche per lesioni aggravate, mentre si sta stringendo il cerchio sul quarto straniero.

Nel corso delle indagini, gli agenti sono risaliti all’appartamento in cui viveva  il ferito e, tra l’altro, hanno escusso tutte le persone che potevano fornire informazioni utili sui fatti, nonché acquisito ed esaminato i numerosi filmati dei circuiti di videosorveglianza presenti in zona.

Alla chiusura dell’attività investigativa, sono stati avviati i conseguenti controlli amministrativi di polizia sull’unità immobiliare oggetto della difficile convivenza.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Continua a leggere
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD
X