Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

“Questo non è amore”: la campagna prende il via

Pubblicato

il

Se ti ricatta, non è amore. Se minaccia te o i tuoi figli, non è amore. Se ti isola, umilia, offende, non è amore. Se ti perseguita con mail e sms ossessivi, non è amore. Se ti prende con violenza quando non vuoi, non è amore. Se ti chiede “l’ultimo appuntamento”, non è amore. Se ti uccide, non è amore.

In occasione della ricorrenza di San Valentino, la Polizia di Stato, la Questura di Alessandria in collaborazione con il personale del Commissariato di Casale Monferrato ha voluto essere ancora più vicina alle donne con la campagna “…questo non è amore” che prevede in tutte le province italiane camper, pullman, gazebo e altri momenti d’incontro volti a rompere l’isolamento e il dolore delle vittime di violenza di genere, offrendo il supporto di un’equipe di operatori qualificati, formata da personale di Polizia, da medici, psicologi e da rappresentanti dei centri antiviolenza.

Oltre alla tutela offerta dalla legge, che va dagli strumenti dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare, dell’ammonimento del Questore nei casi di violenza domestica, al divieto di avvicinamento fino ai domiciliari e al carcere per i casi più gravi, la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma a fare da sentinella per intercettare prima possibile comportamenti violenti e intimidatori.

Pertanto, la postazione  mobile della Polizia di Stato  ha fatto tappa nella provincia Alessandrina, a Casale Monferrato in occasione del mercato rionale del 14 febbraio, in Piazza Castello dove, dalle ore 9.00 alle 13.00, il personale specializzato della Polizia di Stato ha accolto gli studenti delle Scuole medie secondarie del territorio e  tutti coloro che hanno richiesto di ricevere informazioni o denunciare, in ambiente protetto, detti episodi di violenza.

Accanto al personale della Squadra Mobile, della Divisione Anticrimine e dell’Ufficio denunce della Questura di Alessandria e  del Commissariato di Casale Monferrato erano presenti, inoltre, una rappresentante del locale centro antiviolenza “me.dea”, delle rappresentanti del  locale Consorzio Servizi Sociali C.I.S.S.A.C.A., che già in altre occasioni hanno rappresentato preziose risorse per lo sviluppo di iniziative di settore, integrando per gli aspetti di specifica competenza, l’attività del personale della Polizia di Stato.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X