Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Ultimo atto del processo Solvay Solexis

Pubblicato

il

SPINETTA MARENGO – ultimo atto del processo ai vertici del Polo chimico di Spinetta Marengo, accusato di avvelenamento delle acque di falda. In Cassazione il 12 dicembre, si presenteranno gli imputati condannati.

Lo stabilimento della Solvay Solexis

La Cassazione ha deciso: il 12 dicembre si celebra il terzo grado di giudizio nel processo ai vertici del polo chimico di Spinetta Marengo, prima Ausimont, poi Solvay, riconosciuti colpevoli di aver causato un disastro ambientale di impressionante grandezza, ossia un evento “distruttivo di straordinarie proporzioni”.
A suo tempo la Procura di Alessandria, avvalendosi delle indagini di Arpa e Noe, mandò a giudizio per avvelenamento doloso otto persone e in Corte d’Assise si discusse dal 7 ottobre 2012 al 15 dicembre 2015 il relativo processo.
Furono assolti gli amministratori Carlo Cogliati, Bernardo Delaguiche e Pierre Jacques Joris e condannati i responsabili del settore Sicurezza e Ambiente Giorgio Carminati, Salvatore Boncoraglio, Giorgio Cauti e Luigi Guarracino a due anni e sei mesi ciascuno per disastro ambientale colposo.
Prescrizione per Giulio Tommasi. A Torino in sede di Appello l’impostazione è stata confermata con pene ridotte a un anno e otto mesi ciascuno per la concessione delle attenuanti generiche e conseguenti doppi benefici. Prescrizione per Boncoraglio.
L’ultima parola passa ora la Cassazione.
Il processo ha tratto origine dalritrovamento nel 2008 di un miscuglio di una ventina di veleni tossici e nocivi fuoriusciti dalle falde del polo chimico spinettese

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X