Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Piemonte: taglio delle ore ad addetti alle pulizie dei Centri per l’impiego

Pubblicato

il

PIEMONTE – Riceviamo e pubblichiamo al nota stampa di Filcams Cgil e Fisascat Cisl contro il taglio del 42% delle ore ai 40 addetti alle pulizie dei Centri per l’Impiego delle regione effettuato dalla società L’Operosa dopo il cambio appalto.  

Accordo regionale Covid-19

“Questa è la triste e drammatica sorte delle lavoratrici e dei lavoratori addetti alle pulizie delle sedi e degli uffici dei Centri per l’impiego del Piemonte.
Per effetto del cambio appalto avvenuto in tutta la Regione Piemonte, la Società L’Operosa, aggiudicatrice dei servizi di pulizia in tutte le sedi piemontesi, ha operato un taglio complessivo di circa il 42% delle ore di lavoro.
In questo modo le circa 40 lavoratrici e lavoratori si vedono decurtati i loro salari in modo insostenibile e drammatico.

Una condizione che riteniamo inaccettabile ed ingiustificata.
Tutti contratti part-time involontari, di poche ore settimanali e con retribuzioni che arrivano a poche centinaia di euro mensili.
Lavoratrici e lavoratori che svolgono attività essenziali e che nel pieno della pandemia dettata dal COVID19 continuano con grande impegno a garantire servizi di sanificazione indispensabili per la tutela sanitaria di operatori e cittadini.
Come può essere consentito, a maggior ragione in un appalto pubblico, che chi lavora debba sempre pagare il prezzo dei tagli, che individualmente arrivano ben oltre il 60%?

Ancora una volta, nell’ambito della pubblica amministrazione, si tagliano risorse e si specula sulla pelle delle persone che lavorano.
Ancora una volta nelle nostra Regione si mettono in ginocchio le persone e le loro famiglie, peggiorando i loro salari in maniera insostenibile e che rischia di creare nuove condizioni di povertà e di disagio sociale. Gli incontri sindacali svolti con l’azienda non hanno conseguito alcun risultato positivo concludendosi con un nulla di fatto ed un mancato accordo.

Chiediamo, in primo luogo alla Società L’Operosa e all’AGENZIA PIEMONTE LAVORO, committente dei servizi, di porre in essere tutte le azioni utili a scongiurare questo drammatica condizione.
FILCAMS CGIL e FISASCAT CISL continueranno nella loro azione di difesa dell’occupazione e del lavoro, mettendo in campo tutte le iniziative necessarie, di mobilitazione e anche di natura legale, per la tutela collettiva e individuale di tutte le lavoratrici e i lavoratori”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X