Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Genova: gli interventi della Polizia nelle ultime 24 ore

Pubblicato

il

Inveisce ed offende il “piantone” del commissariato di San Fruttuoso. Arrestato

Via Marina di Robilant, ore 17,00

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato ieri pomeriggio un cittadino albanese di 42 anni per il reato di minacce, resistenza e lesioni a PU.

L’uomo, sottoposto agli obblighi di firma presso il Commissariato di San Fruttuoso, ieri pomeriggio si è presentato, completamente ubriaco, senza mascherina e quando il poliziotto, in servizio presso il corpo di guardia del commisariato, gli ha detto di indossarla il 42enne si è spazientito minacciandolo ed offendendolo.

L’agente a quel punto, per evitare problemi, ha richiesto l’intervento di una volante ed i due agenti, sempre del commissariato, sono riusciti così a placare le ire del 42enne che non contento si è scagliato contro di loro colpendoli con pugni e calci tanto da procurargli ferite guaribili in 15 gioni.

Fissate per questa mattina la direttissima.

Tre arresti per droga

Furto all’Oviesse. Arrestato

Via Sestri, ore 17,00

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato ieri pomeriggio un cittadino dell’Ecuador di 23 anni per il reato di furto aggravato.

I poliziotti del Commissariato Sestri Ponente, durante un servizio in abili civili finalizzato alla tutela degli esercizi commerciali del loro quartiere, hanno notato il 23enne, pregiudicato, entrare all’interno dell’Oviesse di via Sestri.

Gli agenti hanno così deciso di seguirlo per tenerlo d’occhio “pizzicandolo” nel tentativo, dopo aver strappato le placche antitaccheggio, di nascondere alcuni giubotti, per un valore di 250 euro, all’interno del suo zaino.

Il 23enne sarà processato per direttisdsima nella mattinata odierna

Viola Sorveglianza Speciale. Arrestato

Via Molteni, ore 19,00

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato ieri sera un genovese di 46 anni per il reato di violazione degli obblighi inerenti alla Sorveglianza Speciale denunciadolo anche per possesso di ingiustificato di armi.

Gli agenti del Commissariato di Cornigliano, durante il regolare pattugliamento, hanno fermato il 46enne in via Fillak mentre stava passegiando in tutta tranquillità con un amico.

Durante la sua identificazione gli operatori hanno scoperto che il 46enne è sottoposto alla misura della Sorveglianza Speciale con obbligo del soggiorno per la durata di 2 anni iniziata lo scorso agosto perché autore di svariati reati come ricettazione, furto, lesioni personali e detenzione di armi.

Gli operatori hanno anche scoperto che l’uomo, in data 11 settembre 2020, è stato denunciato per ricettazione e porto di oggetti atti ad offendere dalla Polizia Locale perché fermato a bordo di un veicolo, provento di furto, con al seguito una pistola ad aria compressa.

I poliziotti a quel punto hanno intensificato il controllo trovandolo in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza di 23 cm.

Fissata per questa mattina la direttissima.

Perseguita e pedina la ex moglie. Arrestato

Via Cantore, ore 21,55

La Polizia di Stato di Genova ha arrestato ieri sera un genovese di 73 anni per il reato di atti persecutori.

L’uomo, che non si è mai rassegnato alla fine del matrimonio con la sua ex moglie, una cittadina dell’Ecuador di 43 anni, ieri sera l’ha seguita per l’ennesima volta per poi insultarla e minacciarla con un cutter.

La vittima, in compagnia della figlia minore, si è spaventata ed ha immediatamente chiamato la Polizia.

Gli agenti delle volanti, intervenuti rapidamente un suo soccorso, hanno fermato il violento trovandolo in possesso sia del cutter che di un foglio dove era appuntati gli orari e spostamenti della ex moglie.

Successivamente la donna ha raccontato agli operatori che da quando si sono separati, maggio 2020, l’uomo non le ha mai dato tregua tempestandola di messaggi e insulti fino a pedinarla ogni giorno in qualsiasi suo spostamento tanto da farle cambiare più volte le abitudini di vita provocandole così un forte stato di ansia.

In particolare, nel mese di giugno, la donna, dopo l’ennesimo episodio di molestie e minacce, anche nei confronti della figlia, si era rivolta ai Carabinieri che avevano denunciato il 73enne per maltrattamenti in famiglia.

L’uomo, con svariati precedenti di Polizia, è stato accompagnato presso il carcere di Marassi.

REPORT ATTIVITA’ POLIZIA DI STATO DI GENOVA

(dalle 7 del 14 settembre alle 7 del 15 settembre)

Piazza Dante Un 45 enne grossetano è stato denunciato per furto aggravato. L’uomo, approfittando di un momento in cui l’addetto all’accoglienza del “Bingo” era impegnato, ha trafugato il suo portafoglio dall’interno di una scrivania. Gli agenti del Commissariato Centro sono risaliti a lui grazie alle immagini di videosorveglianza.

Via Jori, ore 15:30: i poliziotti del Commissariato Cornigliano hanno denunciato un cittadino marocchino di 35 anni, pluripregiudicato e irregolare sul territorio italiano, per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

L’uomo, che “sostava” all’interno di un distributore H24, nelle tasche celava una spilla in acciaio con punta contorta e un cilindretto magnetico.

Via Prè, ore 16.30. Un 55enne ecuadoriano, pluripregiudicato, è stato denunciato dalle volanti dell’U.P.G. poiché, a seguito di un controllo, è risultato inottemperante al divieto di ritorno nel Comune di Genova emesso in data 31/01/2019 dalla Questura. L’uomo è stato altresì invitato a regolarizzare la sua posizione sul Territorio Nazionale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X