Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Arpa Piemonte: “Disinfezione strade può essere dannosa”

Pubblicato

il

TORINO – Negli ultimi giorni abbiamo visto diversi comuni mettere in pratica la disinfezione di strade e piazze. Arpa Piemonte, però, interviene sulla vicenda sottolineando la contrarietà a queste operazioni.

Ecco la lettera:

“Gentili Direttori Dipartimenti territoriali,
nelle ultime ore siamo venuti a conoscenza dell’intenzione, da parte di alcuni Comuni, di procedere ad una disinfezione delle strade con ipoclorito.
L’operazione non è ritenuta efficace nella lotta al COVID-19, come emerso dai colloqui avuti dal Direttore Generale con i vertici regionali della Sanità.
Dal punto di vista dell’Agenzia consideriamo questa pratica dannosa per l’ambiente e quindi il nostro parere non può essere positivo”.

L’assessore regionale Matteo Marnati invita a non utilizzare la candeggina nel corso di queste operazioni:

«Al momento – spiega Marnati – non vi è evidenza che spruzzare ipoclorito di sodio all’aperto, massivamente, sui manti stradali, possa avere efficacia per il contrasto alla diffusione del CODIV-19 dal momento che le pavimentazioni esterne non consentono interazione con le vie di trasmissione umana. Se non vi sono evidenze scientifiche – aggiunge Marnati – è utile concentrarsi su azioni più incisive, la pulizia delle strade è una buona prassi ma non è possibile usare soluzioni inquinanti».

«È comunque da sottolineare – spiega il direttore Robotto – che l’ipoclorito di sodio, componente principale della candeggina, è sostanza inquinante che potrà nel tempo contaminare le acque di falda, direttamente o attraverso i suoi prodotti di degradazione. Si invitano pertanto i Sindaci a tenere conto di queste indicazioni, concentrando gli sforzi nella direzione di maggior efficacia degli interventi di lotta al COVID-19».

«Tra le misure utili per contrastare il contagio da COVID-19 la disinfezione degli ambienti gioca un ruolo importante laddove si possa intervenire su superfici che possono interagire con le vie di trasmissione umana, naso, bocca, occhi».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X