Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Coronavirus, il punto della situazione ad Acqui Terme

Pubblicato

il

ACQUI TERME – Il punto della situazione del sindaco Lorenzo Lucchini sul numero dei contagiati e sulle novità in città in merito all’emergenza coronavirus.

Il flusso di accessi al pronto soccorso risulta stabile e senza incrementi esponenziali, anche se i casi positivi sono aumentati a causa dell’arrivo dei referti dei tamponi attesi da qualche giorno. È importante mantenere alta la soglia di attenzione e continuare a seguire le disposizioni indicate dal Governo per rallentare il contagio. Stiamo adottando tutte le misure possibili per salvaguardare la nostra comunità. Chiediamo la collaborazione di tutti, perché ognuno può e deve fare la sua parte per contrastare questa emergenza con responsabilità”. Lo dichiara il sindaco Lorenzo Lucchini.

Appello per trovare maschere da snorkeling: boom di donazioni

La Protezione Civile e il Comune di Acqui Terme stamattina hanno lanciato un appello per reperire maschere da snorkeling da adattare a respiratore artificiale grazie a processi di stampa indilustriali e alla tecnologia 3D. L’appello è rimbalzato sui social, condiviso da numerosissimi cittadini e in poche ore si sono registrati circa 100 contatti telefonici per la donazione e 20 maschere sono state già consegnate presso la sede della Protezione Civile.

La maschera viene in parte smontata e dotata di una valvola per il raccordo al respiratore, diventando così un vero e proprio apparecchio per la ventilazione forzata dei pazienti in distress respiratorio. Il dispositivo è già stato testato con successo all’ospedale Civile di Brescia diventando uno strumento utile, essendo venuti a mancare i presidi omologati, nella prima accoglienza al pronto soccorso e per una terapia sub-intensiva d’urgenza.

L’invenzione è stata ideata a Brescia dal dottor Renato Favero, ex primario dell’Ospedale di Gardone Val Trompia, che ha contattato l’azienda Isinnova per realizzare con la stampa 3D i raccordi di collegamento tra la maschera e i tubi ospedalieri standard. L’azienda ha condiviso sul proprio sito le istruzioni per costruire il raccordo ribattezzato “valvola Charlotte”. Il brevetto è ad uso libero.

Il Comune di Acqui Terme ha già ricevuto in donazione sei valvole Charlotte realizzate dal Fablab Collaborazioni di Acqui Terme, un laboratorio di fabbricazione digitale, e una valvola Charlotte dall’Istituto Superiore ‘Rita Levi Montalcini’.

Il Comune di Acqui Terme ricorda che chiunque intenda donare una maschera da snorkeling full face EasyBreath modello 1 in vendita da Decathlon, può contattare la Protezione Civile chiamando il numero 0144.770.341 oppure scrivendo a protezionecivile@comuneacqui.it.


Allo studio uno sportello di assistenza fiscale

Sarà attivato nelle prossime ore uno sportello d’assistenza fiscale al fine di fornire supporto e informazioni sui provvedimenti, le agevolazioni, le scadenze e tutte le disposizioni in materia contenuti nei recenti decreti.

L’appello è stato lanciato dal sindaco Lorenzo Lucchini ed accolto da alcuni commercialisti acquesi che hanno accordato immediata collaborazione per l’attivazione di questo servizio.


Tutti i professionisti qualificati interessati a collaborare possono contattare lo 0144.770.341 fornendo la propria disponibilità. Le persone, invece, che necessitano di consulenza, potranno farne richiesta al numero 0144.770.336 e verranno quanto prima contattate da un professionista volontario.


Mercati cittadini sospesi fino al 3 aprile

A seguito delle disposizioni per contenere il contagio da coronavirus decise dal Governo e dai successivi provvedimenti , il sindaco di Acqui Terme Lorenzo Lucchini ha disposto il divieto di svolgimento di tutti i mercati cittadini di ogni categoria merceologica fino al 3 aprile, fatte salve eventuali e ulteriori disposizioni successive. 

Bollettino – ore 19

I pazienti ricoverati attualmente per Covid-19 all’Ospedale “Mons. Galliano” di Acqui Terme sono cinquanta, di cui una parte proveniente da altre strutture ospedaliere. Sei pazienti sono nel reparto di terapia intensiva, quarantaquattro nei restanti reparti. Quindici pazienti sono in attesa di refertazione del tampone.
Resta garantita la funzionalità dell’ospedale per necessità “non – Covid-19”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X