Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Blocco auto Torino: limitazioni sospese causa sciopero bus

Pubblicato

il

TORINO – Lo sciopero degli autobus sospende le limitazioni al traffico, ma solo per un giorno.

Il servizio andato in onda nel nostro TG

Nella giornata odierna, i lavoratori delle linee di trasporti Ca.Nova e Sadem hanno incrociato le braccia creando non pochi disagi in città.

La giunta torinese ha così deciso di sospendere, solamente per oggi giovedì 9 gennaio, il blocco auto fino alle vetture diesel euro 5 in vigore ieri a causa dello sforamento della presenza di polveri sottili nell’aria che, unito alla fitta nebbia di queste ore, sta tenendo sotto scacco praticamente tutto il Piemonte.

Tornando allo sciopero, la protesta della Sadem riguarda una trattativa in corso tra sindacati e azienda, che non riescono a trovare un’intesa sugli addebiti dei danni causati dagli incidenti. Una decisione che porta a uno stop di 24 ore dei mezzi, con eccezione della fascia 12-15.

Sono invece quattro le ore di sciopero della compagnia Ca.Nova, inattiva dalle 17.30 alle 21.30 nel servizio urbano, suburbano ed extraurbano. Del tutto diversa qui la motivazione, con i dipendenti che lamentano turni di lavoro sfiancanti.

Da venerdì 10 gennaio tornerà però il semaforo rosso nel capoluogo di regione almeno fino a lunedì, con il blocco delle auto dalle 8 alle 19 che riguarderà tutti i veicoli benzina euro 1, quelli diesel da euro 0 a euro 4 e i diesel euro 5 immatricolati prima del 1° gennaio 2013.

Per il trasporti merci, le limitazioni saranno attive dalle 8.30 alle 14 e poi dalle 16 alle 19.

Nella giornata di oggi non si ferma invece il blocco ad Alessandria, con lo stop delle auto diesel fino a euro 5 in vigore dalle ore 8.30 alle ore 18.30, quello dei veicoli commerciali diesel fino a euro 4 dalle ore 8.30 alle 18.30 e quello dei veicoli commerciali diesel euro 5 dalle ore 8.30 alle 12.30.

Dal Consiglio Nazionale delle Ricerche arriva inoltre un dato significativo sul 2018, l’anno più caldo nel nostro Paese tra il 1800 e oggi. Ben 9 mesi su 12 hanno infatti superato la media di oltre 1°C e il mese di aprile è stato il più caldo di sempre, facendo registrare 3.5°C in più rispetto alla media. Un cambiamento climatico ormai innegabile, sostenuto dal fatto che nella classifica dei 30 anni più caldi dal 1800, ben 25 sono dopo il 1990.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Post AD
X