Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Torino, droga: due arresti e una denuncia

Pubblicato

il

Torino: la droga era nascosta nel cuscino. Coppia di fidanzati detenevano hashish e marijuana a casa dei genitori di lui

Negli scorsi giorni, un cittadino italiano di 25 anni è stato arrestato per il possesso di una sessantina di grammi di cannabinoidi, e la fidanzata di lui, coetanea, denunciata per lo stesso motivo, dagli Agenti della Squadra Volante. I due giovani si trovavano nell’appartamento dei genitori di lui, all’arrivo dei poliziotti, e in particolare la ragazza si faceva trovare distesa sul letto, con la testa appoggiata sul cuscino.

Proprio nella camera da letto, dentro ad alcuni cassetti, i poliziotti hanno rinvenuto degli involucri in cellophane contenenti delle infiorescenze di marijuana. Mentre il ragazzo si mostrava poco collaborativo durante la perquisizione, la fidanzata appariva del tutto indifferente, tanto da rimanere sdraiata sul letto.

Tale comportamento ha insospettito gli operatori, che l’hanno fatta spostare e, perquisendo il cuscino, hanno trovato, all’interno della federa, un sacchetto in plastica sottovuoto contenente un pezzo di hashish ed un bilancino di precisione.

Nel portafogli della ragazza sono stati poi trovati anche un involucro in plastica contenente alcuni grammi di marijuana e la somma di denaro contante di 1000 €.

Giornata europea della sicurezza stradale

Torino: 2 arresti in 24 ore da parte del Comm.to Barriera Milano. Uno per tentata rapina e lesioni aggravate e l’altro per violazione della Legge sugli stupefacenti

Nella notte di venerdì, personale del Comm.to Barriera di Milano in servizio di Volante ha notato in Largo Giulio Cesare due cittadini di colore litigare animatamente; gli agenti vedevano uno dei due colpire l’altro con un coccio di bottiglia e ferirlo al capo.

I poliziotti intervenivano immediatamente ponendo fine all’aggressione ed arrestando il responsabile, un cittadino nigeriano di 23 anni, reo di aver tentato di rapinare il telefonino alla controparte, un cittadino senegalese; al rifiuto di questi a dargli il telefonino, lo aveva infatti colpito col collo di una bottiglia cagionandogli  una ferita al volto giudicata guaribile in almeno 12 giorni.

Alle 19.30 dello stesso giorno, grazie ad una segnalazione giunta sull’applicazione Youpol in merito ad una attività di spaccio in via Masserano, i poliziotti del medesimo Comm.to hanno invece arrestato un ventenne di nazionalità gabonese.

Il giovane, irregolare sul t.n., alla vista della pattuglia di Polizia si era dato alla fuga lungo corso Regina Margherita e, giunto in via Salerno angolo via Maria Ausiliatrice, veniva visto chiaramente ingerire delle dosi di sostanza stupefacente. Dagli accertamenti svolti a suo carico, oltre ad alcuni arresti per la stessa tipologia di reato, il giovane è risultato colpito da ordine di espulsione dal territorio nazionale a far data dal 20 ottobre 2020.

È stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e sanzionato per il mancato rispetto della normativa volta al contenimento della pandemia da Covid-19.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X