Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Cronaca

Il Generale Marzo in visita ai reparti Carabinieri Forestali del Piemonte

Pubblicato

il

Il Generale Antonio Pietro Marzo, Comandante delle Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri ha concluso la lunga visita ai Reparti Carabinieri Forestale del Piemonte.

Nei giorni scorsi si è recato presso le sedi di tutti i Gruppi Carabinieri Forestale della Regione Piemonte incontrando il personale delle Stazioni e degli Uffici.

Il giro di visite è iniziato da Asti, dove è stato accolto dal Comandante della Regione CC Forestale “Piemonte” Gen. B. Benito Castiglia, unitamente ai Comandanti di tutti i Gruppi Carabinieri Forestale del Piemonte e dal Comandante del Nucleo Operativo Ecologico di Alessandria. Nel corso dell’incontro, il Comandante della Regione ha illustrato i dati dell’attività operativa, evidenziando come anche nel corso del 2021 sia stata svolta un’intensa attività di prevenzione con oltre 42mila controlli, che ha scongiurato danni al prezioso patrimonio naturale della Regione. L’attività di contrasto agli illeciti ambientali, condotta in piena sinergia con i Reparti dell’Organizzazione territoriale e con le altre specialità dell’Arma dei Carabinieri, ha portato alla denuncia per varie violazioni di circa 1000 persone e alla contestazione di sanzioni ammnistrative per oltre 3 milioni e mezzo di euro, dati che evidenziano un aumento dell’attività operativa dei Reparti della specialità forestale in tutti i settori di competenza.

Nei giorni successivi ha incontrato i Comandanti e il personale delle altre sedi provinciali, del Nucleo Operativo Ecologico e del Reparto Tutela Agroalimentare di Torino specialità anch’esse dipendenti dal Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri.

Nel corso delle visite, Marzo si è riunito con il personale delle Stazioni CC Forestale esprimendo l’apprezzamento per la professionalità, il costante impegno e i risultati conseguiti nel contrasto agli illeciti ambientali, ai tagli furtivi, al dissesto idrogeologico e agli incendi boschivi, a tutela del patrimonio agro-forestale e faunistico del territorio. Infine, il generale ha espresso un profondo ringraziamento ai rappresentanti dell’Associazione Nazionale Forestale, per la vicinanza e l’esempio dei valori che animano i Reparti Carabinieri Forestale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X