Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Casale Monferrato

L’ANPI casalese contesta l’iniziativa comunale per le celebrazioni del Giorno del Ricordo

Pubblicato

il

CASALE MONFERRATO – Il Comune di Casale ha deciso di appaltare la celebrazione del Giorno del Ricordo al Comitato 10 febbraio, presieduto da Emanuele Merlino, autore della graphic novel Foiba Rossa edito dalla casa editrice Ferrogallico, di stampo neofascista.

La propaganda di tale comitato è di chiara impronta nazionalistica e semplifica in modo scorretto le tragiche vicende del confine adriatico negli anni 1922-1953. Noi dobbiamo difendere e commemorare la memoria delle vittime innocenti italiane e slave colpite dalla violenza, dall’intolleranza e dagli odi fomentati negli anni terribili tra le due guerre mondiali.

Ridurre, come fa Merlino, la tragedia di quel tempo e di quei luoghi al solo progetto jugoslavo di sradicamento dell’italianità da quelle terre è un falso storico, un incitamento all’astio tra le nazioni pacifiche che ora compongono l’Europa, e un chiaro tentativo della destra più retriva per intorbidare i sentimenti repubblicani degli italiani.

Se il Sindaco viene meno al suo compito istituzionale di celebrare le ricorrenze secondo i dettami della loro intitolazione, i cittadini non sono tenuti a partecipare alle commemorazioni non appropriate che ne stravolgono il significato.

Perciò, insieme alle associazioni politiche, culturali e sindacali che condividono questa impostazione, l’ANPI porterà la sua testimonianza per il Giorno del Ricordo, in stretta aderenza ai dettami e alle guide su cui venne istituito, presso la targa commemorativa delle vittime delle foibe in viale Giolitti giovedì 10 febbraio alle ore 10.30, come si è sempre fatto.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X