Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Eccellenza

Eccellenza: Castellazzo ancora ko

Pubblicato

il

Ancora sconfitto il Castellazzo di mister Nobili, nonostante un’ottima prestazione sporcata dal passivo delle due reti subite nei minuti finali di gara

La squadra ospite parte comunque a spron battuto, con un buon cross dalla sinistra di Mocerin per Fassina, che trova una buona girata in area, terminata tra le braccia del portiere.

Al 23’ risponde il Pinerolo con una punizione di Alfiero, che termina sul fondo dopo avere sfiorato il palo. Al 34’ Bert effettua una bella incursione sulla destra ma calcia sul fondo, anziché servire il compagno libero in area e così termina la prima frazione.

Nella ripresa, è il Pinerolo a gestire il pallino del gioco, ma il Castellazzo si difende con ordine, trovando anche un’ottima occasione con Mocerino, che per poco non trova il gol. Nell’ultimo quarto d’ora le sortite offensive del Pinerolo si fanno più frequenti e al 32’ Micelotta sfiora il gol, fermato solo dal portiere avversari. Il gol dei torinesi arriva al 43’, con una punizione di Chiattellino per Ferrero, che insacca di testa. Sbilanciato in avanti alla ricerca del pareggio, il Castellazzo subisce in contropiede il raddoppio di Maio. Il rammarico degli alessandrini emerge dalle parole di mister Nobili: “Perdere in questo modo è allucinante, ma devo fare i complimenti ai ragazzi che oggi hanno dimostrato grande maturità, giocando una grande partita su un campo difficilissimo”.

Pinerolo (3-5-2): Cammarota; Viretto, Todaro, Ferrero; Bert (20’st Picotto), Barbaro (20’st Nicolini), Chiatellino, Maio, Corrado; Alfiero, Micelotta. A disp: Bonissoni, Lupo, Tonini, Moracchiato, Mensa, Dedominici, Ongaro. All.Rignanese.

Castellazzo (3-5-2): Ravetto; Ventre, Labano, Benabid; Battista, Viscomi (20’st Torre), Molina, Liguoro, Mocerino; Fassina, Zunino. A disp: Fracchia, Icardi, Milanese, Viscomi F. Bertuca. All. Nobili

Arbitro: Guiotto di Schio

Note: Recupero: 2’pt, 3’st; Ammoniti: Labano, Alfiero

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X