Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD
Pubblicità
Post AD

Eccellenza

Eccellenza: pari prestigioso del Castellazzo sul campo della capolista, ma la classifica piange

Pubblicato

il

In un altro momento della stagione, il colpo di tacco di Recchiuto su angolo di M’Hamsi avrebbe strappato applausi ricordando un’analoga prodezza dell’attuale ct della nazionale Mancini: ora come ora la situazione del Castellazzo sembra così compromessa che anche al netto del pareggio quasi immediato della capolista Chisola con una rete di Negro quel gol rimane più una prodezza isolata che non il segno di una speranza di rimonta.

Peccato, perché la squadra di Molina – al primo punto da allenatore di una prima squadra – mostra carattere, quadratura e idee ben chiare tanto che nel primo tempo le occasioni sul taccuino hanno sicuramente più colore biancoverde che non biancoblu: un diagonale di Di Santo largo sul secondo palo e una botta da fuori di M’Hamsi con Roscio bravo a stendersi per negargli la gioia del gol avrebbero meritato miglior fortuna.

Un pareggio che lascia immutata la classifica sia in testa che in fondo alla classifica, nonostante l’arbitro ci metta del suo con gli otto incomprensibili minuti di recupero nel secondo tempo quasi a voler concedere proprio tutte le chances ai padroni di casa, e che potrebbe acquistare valore solo se nelle prossime prove arriverà qualche bottino più sostanzioso.

CHISOLA-CASTELLAZZO 1-1

MARCATORI: st 3’ Recchiuto, 5’ Negro

CHISOLA (5-3-2): Roscio; Dagasso, Degrassi, Russo, Cristiano, Menon (19’ st Perotti); Germinario, Sardo, Bellucca (25’ st Viano); Negro, Zeni (36’ st Garcetti). A disp. Marcaccini, Bolla, Grancitelli, Bottale, Geraci, Pesce. All. Meloni

CASTELLAZZO (4-3-3): Rosti; Ventre, Cascio, Guglielmi, Benabid; M’Hamsi (19’ st Cimino), Viscomi, Liguoro (32’ st Bellinzona); Recchiuto (19’ st Cavanna), Di Santo (22’ st Rosset), Zunino. A disp. Gallinaro, Castagna, Randazzo, Manfrin, Papa. All. Molina

ARBITRO: Spinelli di Cuneo

NOTE: Ammoniti Dagasso, Viscomi, Recchiuto, Cimino e Bellinzona.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Post AD
X