Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Alessandria Calcio

Serie C, playoff: l’Alessandria batte la Robur Siena per 3-2

Pubblicato

il

Dopo mesi di inattività, l’Alessandria torna in campo contro la Robur Siena nel secondo turno dei playoff di Serie C. Altalena di emozioni al Moccagatta ma i grigi hanno la meglio.

Valentini dell'Alessandria e D'Ambrosio della Robur Siena prima del fischio inizio della sfida valida per la 17a giornata di Serie C 2019/20
Valentini dell’Alessandria e D’Ambrosio della Robur Siena prima del fischio inizio della sfida valida per la 17a giornata di Serie C 2019/20 (fonte immagine: profilo Facebook dell’Alessandria Calcio)

L’Alessandria non giocava al Moccagatta dallo scorso 16 febbraio, quando superò il Lecco per 2-1. Stasera, più di quattro mesi dopo, i grigi sono tornati a giocare, tra le mura amiche, contro la Robur Siena, nel match valevole per il secondo turno dei playoff di Serie C.

La partita si sblocca, a favore dell’Alessandria, già al quinto minuto. Il Siena sbaglia in fase di disimpegno, regalando di fatto palla ai grigi sulla tre quarti: in area si fa trovare prontissimo Arrighini che piazza la sfera sul palo più lontano, laddove Confente non può arrivare. La Robur cerca di rispondere a tono ai padroni di casa e alza un po’ i ritmi del suo gioco, costringendo gli avversari a chiudersi dietro. Ma il gol del pareggio dei toscani arriva, incredibilmente, con un tiro da oltre il centrocampo di Gerli, il quale sorprende l’estremo difensore Valentini fuori dai pali e evidentemente distratto.

Dopo la rete dell’1-1, gli ospiti sembrano essere più in forma e più concentrati, anche se l’Alessandria non sfigura sia nelle ripartenze che nei tentativi di pressing alto. Solo quando siamo alla metà del primo tempo, i grigi trovano maggiore coralità nella costruzione e restano in pressione costante nei pressi dell’area di rigore dei bianconeri. I maggiori pericoli partono dalla fascia destra, con le sovrapposizioni e i cross di Eleuteri. Alla mezz’ora, il Siena rischia il patatrac con D’Ambrosio che quasi regala ad Arrighini l’opportunità di firmare la sua doppietta personale.

Passano due giri di lancetta e un lancio lungo per Arrighini si trasforma in cartellino rosso per il portiere senese Confente, perché prova ad andare in contrasto con l’attaccante grigio ma tocca la palla con le mani fuori dalla sua area di competenza. I toscani, con l’uomo in meno, perdono un po’ le staffe sul possesso palla dell’Alessandria: Gerli rischia tantissimo l’espulsione, entrando in ritardo, e senza un reale motivo, su Chiarello. Nel proseguimento della stessa azione, il portiere, appena subentrato al trequartista D’Auria, Saloni salva i suoi con una grande parata. Il primo tempo termina quindi sul punteggio di 1-1.

Le prime fasi della seconda frazione di gioco vedono la squadra di casa mantenere un certo ordine, senza sfondare troppo, dato che il pareggio basta per passare il turno, per via del piazzamento migliore. Non manca comunque l’interesse dei grigi a portarsi in vantaggio, così da mettere in discesa la propria partita. Intanto, Arrighini prosegue con il duro lavoro spalle alla porta, al fine di far salire la squadra o prendere fallo e far rifiatare i suoi compagni. L’ingresso in campo di Eusepi aiuta i grigi a trovare nuova linfa in profondità ma la difesa bianconera riesce a limitare il più possibile i centravanti avversari.

I grison mantengono il controllo del match per gran parte del tempo e, quando mancano solo quindici minuti, trovano finalmente il gol del 2-1. Sartore serve in modo perfetto, all’altezza del secondo palo, Eusepi, il quale stacca di testa e insacca il pallone alle spalle di Saloni. Subito dopo la rete, l’Alessandria tenta di sfruttare al massimo il momento favorevole, per chiudere definitivamente la pratica, ma invece arriva il pareggio di D’Ambrosio sugli sviluppi di un calcio di punizione: Valentini salva il risultato in un primo momento però non può nulla sul centrale del Siena che segna a porta sguarnita.

Mentre il Siena pensa a dare il tutto per tutto, Sartore conquista palla, supera il difensore avversario e non sbaglia a tu per tu con Saloni, regalando il terzo vantaggio di serata ai grigi. Nonostante manchino cinque minuti più recupero, la partita è ormai ai titoli di coda. La squadra guidata da Dal Canto mostra segni di arrendevolezza, mentre quella di Gregucci gestisce le forze con il passaggio del turno in tasca. Dopo ben cinque minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine della partita decretando la vittoria dell’Alessandria per 3-2. I grigi conquistano un posto nella fase nazionale dei playoff di Serie C.

FORMAZIONI
ALESSANDRIA: Valentini; Gonnelli, Cosenza, Prestia; Celia, Casarini (84′ Gazzi), Suljic, Eleuteri (88′ Sciacca); Martignago (69′ Di Quinzio), Arrighini (69′ Sartore), Chiarello (46′ Eusepi). All: Gregucci.
ROBUR SIENA: Confente; Panizzi, Romagnoli, D’Ambrosio, Lombardo (62′ Oukhadda); Vassallo (63′ Icardi), Gerli, Arrigoni (73′ Campagnacci); D’Auria (35′ Saloni); Cesarini, Guidone (74′ Guberti). All: Dal Canto.

GOL: 5′ Arrighini (A), 13′ Gerli (S), 76′ Eusepi (A), 81′ D’Ambrosio, 84′ Sartore (A).

AMMONITI: 39′ Gerli (S), 43′ Gonnelli (A), 45+1′ Panizzi (S), 68′ Icardi (S), 87′ Cosenza (A).

ESPULSO: 33′ Confente (S).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X