Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Alessandria Calcio

Pro Patria-Alessandria: partita senza gloria, finisce in parità

Pubblicato

il

L’Alessandria gioca la sua prima partita del 2021 in trasferta contro la Pro Patria. Il match regala davvero poco divertimento: uno 0-0 che lascia tutti insoddisfatti.

Giocatori dell'Alessandria calcio in azione durante il match contro il Lecco, valido per la terza giornata di Serie C 2020/21
Giocatori dell’Alessandria calcio in azione durante il match contro il Lecco, valido per la terza giornata di Serie C 2020/21 (fonte immagine: pagina Facebook ufficiale dell’Alessandria Calcio)

L’Alessandria torna in campo dopo il rinvio della partita contro il Como della scorsa settimana, determinato dalle positività al Covid-19. L’avversario di giornata è la Pro Patria, con la quale si contende i posti alti della classifica del Girone A di Serie C. I grigi faticano a ingranare le marce, ma anche i padroni di casa vanno a rilento nei primi minuti. Di contro, sono proprio loro a rompere gli indugi, iniziando a trovare soluzioni a scavalcare la difesa e dalla distanza. In entrambi i casi, il portiere alessandrino Pisseri blocca il pallone in due tempi.

Nelle fila della squadra bustocca, Parker è tra i più propositivi ma la sue conclusioni non vengono affatto temute. A questo punto, gli uomini di Gregucci iniziano ad essere più concreti nella loro manovra, ma i biancoblù non rinunciano alla difesa alta. L’Alessandria cerca di sfruttare la scelta tattica degli avversari, e infatti si fanno pericolosi insistendo sulle fasce con Rubin e Parodi. L’assenza momentanea di Blondett, in seguito a uno scontro testa-testa con Parker, manda in difficoltà la retroguardia grigia, le cui sofferenze terminano con un corner calciato lungo.

La partita adesso si fa elettrizzante. Entrambe le squadre tentano di mostrare una propria identità: la Pro Patria propone uno stile più contropiedista, al contrario dei grigi che salgono con una serie di passaggi che coinvolge gran parte dell’undici. I minuti finali del primo tempo non regalano grandi emozioni però, e dopo un giro di orologio extra, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi. Nessun gol nella prima parte di gara, la quale è stata godibile solo a tratti: la tensione sportiva per l’importanza del match si è fatta sentire enormemente.

A inizio ripresa, il nuovo entrato Brignoli si mostra subito intraprendente e firma la prima occasione del secondo tempo: la sua conclusione obbliga Pisseri a effettuare una gran parata. L’Alessandria si trova costretta a soffrire, anche perché il tridente d’attacco non riesce a incidere come dovrebbe, e resta chiusa dietro, quasi in apnea. I giocatori locali però sembrano avere dei limiti negli ultimi venti metri, complice il fatto che i grigi gestiscono al meglio questa fase della partita. È solo a ridosso del sessantesimo che arriva il primo squillo di Eusepi, il quale manca il tap-in sotto porta su un cross dalla destra.

Mister Gregucci si gioca la carta Stanco, uno dei nuovi acquisti, per dare nuova linfa all’attacco. I grison cercano ancora una manovra coinvolgente, ma il pressing dei bustocchi è asfissiante e costringe sempre a dover ritornare indietro su Cosenza, ultimo uomo. Ogni loro palla persa lascia spazi che la Pro Patria cerca sistematicamente di attaccare. A tal proposito, risulta fondamentale l’apporto difensivo degli esterni che ripiegano. In un’occasione, Brignoli sguscia tra le maglie rosse da trasferta dell’Alessandria, a ridosso del fondocampo, e serve Parker che, davanti alla porta, infastidito da Cosenza, manca l’appuntamento con il gol.

Nei minuti finali, sia i padroni di casa che gli ospiti provano a giocarsi le proprie carte alzando i ritmi. La confusione regna sovrana e i grigi devono accontentarsi, sempre più spesso, di lanci lunghi e della sponda di Stanco. Le due difese si comportano egregiamente, concedendo davvero poco margine di operatività ai tandem offensivi. L’arbitro assegna tre minuti di recupero, durante i quali non accade nulla di significativo. E così, al termine di questi centoottanta secondi aggiuntivi, il direttore di gara fischia la fine: tra Pro Patria e Alessandria finisce 0-0. Un punto in più per entrambe, che non smuove la classifica nei piani alti.

FORMAZIONI
PRO PATRIA: Greco; Gatti, Boffelli, Lombardoni; Pizzul, Bertoni, Cottarelli, Nicco, Spizzichino (46′ Brignoli); Parker, Castelli (87′ Le Noci). All: Javorcic.
ALESSANDRIA: Pisseri; Cosenza, Blondett (74′ Bellodi), Prestia; Rubin, Bruccini, Castellano, Parodi; Arrighini (64′ Stanco), Eusepi, Corazza (82′ Chiarello). All: Gregucci

AMMONIZIONI: 11′ Bertoni (P), 13′ Blondett (A), 45+1′ Eusepi (A).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X