Entra in contatto con noi
Pubblicità
Post AD

Alessandria Calcio

Lucchese-Alessandria: Celia e Arrighini stendono i toscani

Pubblicato

il

L’Alessandria Calcio conquista i tre punti nel match in trasferta contro la Lucchese, gara valida per la quattordicesima giornata di Serie C 2020/21. I gol arrivano nel secondo tempo: due assist di Eusepi.

I giocatori dell'Alessandria festeggiano dopo un gol contro il Pontedera, nel match valido per la settima giornata di Serie C 2020/21
I giocatori dell’Alessandria festeggiano dopo un gol contro il Pontedera, nel match valido per la settima giornata di Serie C 2020/21 (fonte immagine: pagina Facebook ufficiale dell’Alessandria Calcio)

Sin dai primissimi minuti, Alessandria e Lucchese assumono un atteggiamento offensivo e danno numerosi indizi della propria idea di gioco. Il campo bagnato crea qualche difficoltà in più, ma le due squadre riescono a farsi in avanti. Le pantere rossonere puntano molto sul lancio lungo mentre i grigi si affidano, come sempre, alla costruzione sulle fasce. La retroguardia alessandrina respinge al mittente quasi tutti i palloni indirizzati agli attaccanti, aiutando l’intera squadra a gestire la fase di possesso con tranquillità. Paradossalmente, la prima occasione giunge da un rilancio di Pisseri verso Arrighini: Solcia, centrocampista dei locali, è complice, con un tentativo di colpo di testa andato a vuoto. Il numero 11 dei grigi spreca però calciando altissimo, dopo un buon aggancio.

Con il passare dei minuti, la squadra di Mister Gregucci prende sempre più il controllo della partita, almeno dal punto di vista del dominio territoriale. I padroni di casa finiscono in apnea nella propria metà campo per alcuni tratti di gara, e quando riescono a stare nella metà campo avversaria fanno i conti con il pressing alto dei grigi. Ad ogni modo, mettono l’Alessandria in condizione di sfoggiare le sue qualità difensive e di poter cogliere di sorpresa la difesa della Lucchese. Ed è proprio così che Celia si fa minaccioso sulla sinistra, Eusepi però scivola poco prima che giunga il cross e Chiarello non è perfetto nel rimorchio, permettendo a Coletta di intervenire con le mani sul pallone, il quale però colpisce anche il giocatore grigio. La squadra ospite chiede il rigore, mentre per l’arbitro non ci sono gli estremi per fischiare il fallo.

I grigi perseverano, l’undici locale non vuole saperne di mollare la presa. Parodi è un grattacapo per Ceesay, il quale prima spende un giallo per un intervento in ritardo e poi va vicino al rosso, venendo letteralmente graziato dal direttore di gara. Nel finale del primo tempo, l’Alessandria resta in attacco e va alla ricerca di un ultima chance per sbloccare il punteggio. La Lucchese evita i danni un po’ come può, e non fa mai davvero paura dalle parti di Pisseri. Quindi, al termine dei quarantacinque minuti, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi sullo 0-0.

Il risultato si sblocca in apertura di secondo tempo: Eusepi mette una bella palla al centro, rasoterra, sulla quale si fionda Celia che realizza lo 0-1 con il suo mancino. L’Alessandria prova a sfruttare il momento per creare nuovi pericoli alla porta di Coletta, ma i locali resistono e rispondono con prontezza agli attacchi. Lo svantaggio li costringe a una maggiore intensità di gioco quando sono in possesso della sfera, ma agiscono in maniera disordinata e confusionaria, a differenza dei grigi che si prendono tutto il tempo necessario. Proprio in una di queste offensive ragionate, i grigi trovano il gol dello 0-2: Eusepi tenta la rovesciata, la palla si ferma nel fango quando è quasi sulla linea di porta e Arrighini, da terra, la spinge in rete.

L’impegno degli ospiti nella partita è in totale discesa dopo il raddoppio. L’Alessandria può spingere con minore fatica, anche perché i locali sembrano iniziare a rassegnarsi all’idea della sconfitta. Infatti, aumentano le opportunità offensive per i piemontesi: in un caso, una conclusione di Prestia costringe Coletta a fare gli straordinari per salvare in corner. Successivamente, è Eusepi a mettere i brividi alla squadra di casa con la sua specialità, i colpi di testa. La prima vera chance delle pantere arriva al 74esimo, anche se è Cosenza che rischia l’autogol. La porta grigia resta imbattuta solo grazie alla grande reattività di Pisseri.

Negli ultimi dieci minuti, i toscani hanno spazi in più per correre, anche a causa di alcune concessioni da parte della difesa grigia. Di contro, i giocatori di Gregucci gestiscono le energie ma non rinunciano ad attaccare. I padroni di caso fanno quel che possono per rendersi pericolosi, dovendo fare i conti con la netta inferiorità tecnica tra i due undici. In questa fase conclusiva ci sono pochissime emozioni e azioni degne di nota: entrambe le squadre sembrano attendere solo il triplice fischio, che arriva al termine di tre minuti di recupero. L’Alessandria batte la Lucchese per 0-2, in una partita che non ha mai avuto realmente storia.

Con questi tre punti, l’Alessandria sale a quota 23 punti in classifica, occupando la settima posizione.

FORMAZIONI
LUCCHESE: Coletta; Meucci, Benassi, Dumancic; Adamoli, Sbrissa, Ceesay (53′ Molinaro), Solcia (90+1′ Cellamare), Bartolomei (68′ Caccetta); Bianchi, Nannelli (90+1′ Convitto). All: Lopez.
ALESSANDRIA: Pisseri; Scognamillo, Cosenza, Prestia; Celia, Castellano, Suljic (68′ Casarini), Parodi (89′ Mora); Arrighini (68′ Corazza), Chiarello (55′ Di Quinzio); Eusepi (89′ Stijepovic). All: Gregucci.

GOL: 49′ Celia (A), 64′ Arrighini (A).

AMMONIZIONI: 37′ Ceesay (L), 50′ Suljic (A), 87′ Casarini (A).

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X